Categorie
Ispirazioni

Capelli come Gervinho: una scelta uncool

È uno degli hairstyle più chiacchierati del campionato di calcio. Ma perché si parla tanto dei capelli come Gervinho?


Ci sarà un motivo per cui in rete, e non solo, si parla tanto dei capelli come Gervinho. Per quale ragione, dopo le football star Cristiano Ronaldo e Mauro Icardi, l’hairstyle dell’attaccante del Parma è tra i topic più discussi? Questione di stile? A dirla tutta… non è proprio così.

Cosa di cela dietro quella fascia? Qual è la verità sui capelli come Gervinho? Niente di nuovo, a condizionare le scelte di styling del calciatore ivoriano è sicuramente il disagio causato dalla convivenza con la calvizie, ancora un problema evidentemente. Si perché, la rasatura a zero pareva avere sdoganato per sempre la questione, i capelli alla Gervinho sembrano riportare a galla un problema solo apparentemente risolto per alcuni uomini.

Certo… le treccine afro sono sempre una scelta cool, soprattutto per un calciatore che arriva dall’Africa con un hair look molto etnico, ma i capelli come Gervinho hanno assunto questo strano hairstyle per la necessità del campione ivoriano di camuffare una calvizie incipiente.

Nel 2014, quando l’attaccante in forza alla Roma giocava contro il Cagliari, i capelli come Gervinho furono al centro di uno spiacevole dibattito sul web, dopo che il calciatore aveva perso la fascia che copriva le sue treccine, lasciando intravedere un'attaccatura dei capellimolto alta. Inutile aggiungere che sui social si scatenò una gara di body shaming in cui i capelli alla Gervinho furono bersagliati da centinaia di battute a dir poco pungenti.

A Roma lo chiamavano “er tendina”, per quel riporto verticale tipico dei capelli come Gervinho, non esattamente un modello da imitare come lo sono invece i tagli super cool di Cristiano Ronaldo o di Mauro Icardi, le due superstar della Serie A. Ma la curiosa storia dello styling più uncool del calcio mondiale rivela una verità che pensavamo essere ormai “antica”: la calvizie è ancora un complesso per alcuni uomini.

Categorie
Temi caldi

Dall’Italia una nuova tecnica per la calvizie

Il problema della caduta dei capelli potrebbe essere arrivato al capolinea. Dall'Idi di Roma una nuova tecnica basata sulla medicina rigenerativa.


Cure farmacologiche, trattamenti professionali anticaduta o rimedi green sembrano non aver ancora trovato la soluzione definitiva ad uno dei problemi più sentiti dall'uomo: la caduta dei capelli.

A soffrirne sono – solo in Europa – 30 milioni di persone, tanto che tra le 157 nuove emoji che hanno fatto capolino fra messaggini e WhatsApp ci sono anche i calvi.

Dall'Istituto Dermopatico dell'Immacolata (Idi) Irccs di Roma arriva una buona notizia, una tecnica contro la caduta dei capelli che sembra garantire – in oltre il 50% dei pazienti – una ricrescita sorprendente. Una procedura descritta in uno studio apparso sulla rivista Dermatologic surgery definita trasfusione autologa di plasma arricchito (o enriched autologous plasma).

La tecnica fa parte delle medicina rigenerativa e consiste in un prelievo di sangue del paziente, che viene poi trattato in modo da eliminare i globuli rossi e arricchire la concentrazione di altri componenti come leucociti, piastrine e proteine (fibrina e citochine). Il plasma viene quindi iniettato nell'area del cuoio capelluto interessata alla caduta di capelli: la terapia può essere usata più volte e non ha effetti collaterali, solo in alcuni in alcuni casi, sono stati rilevati gonfiori o bruciori nelle zone trattate, ma sono spariti spontaneamente entro 48-72 ore dall'iniezione.
Maggiori dettagli qui.

Alcuni dati della ricerca:

  • studiate 168 persone: 102 uomini e 66 donne
  • età media: 28 per gli uomini, 36 per le donne.
  •  i pazienti sono stati seguiti  per tre anni
  • un gruppo di controllo estraneo alla ricerca ha evidenziato una ricrescita dei capelli nell'80% dei pazienti colpiti da alopecia androgenetica

Il trattamento in Italia è disponibile soltanto presso l'Unità di medicina rigenerativa dell'Idi di Roma.

Categorie
Ultim'ora

Addio calvizie!

Hairy skin. Letteralmente “pelle pelosa”, ovvero la soluzione definitiva (forse) per chi soffre di calvizie.


La notizia arriva dall' Indiana University School of Medicine di Indianapolis, dove un gruppo di ricercatori capitanati da Karl Koehler è riuscito a coltivare in laboratorio il primo tessuto cutaneo completo di follicoli piliferi.

Come riportato dal quotidiano Daily Mail, utilizzando le cellule staminali dei topi i ricercatori sono riusciti a sviluppare sia gli strati superiori della pelle, sia quelli inferiori: questi, crescendo insieme, formano follicoli piliferi.

Addio dunque alla calvizie? Secondo lo scienziato Karl Koehle questa nuova tecnica non solo aiuta a recuperare i capelli perduti ma potrebbe essere utilizzata come un progetto per generare in futuro organoidi della pelle umana, per testare i farmaci o trovare soluzioni contro lo sviluppo di tumori della pelle.

Cari uomini  la soluzione alla vostra pelata sembra dunque essere vicina, ma attenzione! Secondo un altro studio scientifico – questa volta condotto dalla Barry University, in Florida – gli uomini calvi sono reputati molto più sexy intelligenti, colti, onesti ed influenti a livello sociale rispetto a chi sfoggia capelli fluenti. E le donne sembrano confermare! Qualche dubbio in proposito? Ecco 7 sex symbol di Hollywood prima/dopo la perdita dei capelli.

Categorie
Ultim'ora

Il calvo che fa tendenza

Come essere cool anche senza capelli? I look più glam dall’infografica di Teddy Hose.


Quando si iniziano a perdere troppi capelli, bisogna fare una scelta drastica? Non esistono strade obbligate e tassative, in fondo è tutta una questione di prospettive. Teddy Hose trasforma anche la calvizie più notevole in una scelta di stile nella sua infografica Doing Bald Right: Style Options for the Follically Challenged.

Ogni taglio, seppure con pochi capelli, conferisce carattere e personalità al viso. E così nascono svariate acconciature possibili: dal taglio alla Bruce Willis (capelli totalmente rasati) a quello alla Walter White, il beniamino della serie tv Breaking Bad (con il pizzo e i baffi), fino allo stile The Daddy was a Rock Star (con coda di cavallo).

E poi che dire… niente male poter vantare un’acconciatura glam senza l’uso del pettine.