3 Marzo 2024

Lorenzo Marchelle a Hairstyle: l’intervista esclusiva ad uno dei protagonisti “famosi” del Talent show

Pubblicità

Appena andata in onda la prima edizione italiana del talent sull’hairstyling presentato dal Maestro Rossano Ferretti e dal Global Hairstylist Rudy Mostarda.

Uno dei protagonisti che non è uno sconosciuto è Lorenzo Marchelle, parrucchiere torinese già noto al pubblico anche per la sua recente vittoria dell’Alternative Hair Show di Londra con il premio categoria Avantgarde.

Lo abbiamo intervistato perchè curiosi di sapere come sta vivendo lui l’esperienza del talent e magari carpire qualche piccolo segreto.

Cosa ti ha spinto a partecipare a questo reality?

Quello che mi ha spinto a partecipare a questa reality è stato il fatto di mettermi sempre in gioco, sempre in discussione. L’ho vista come un’occasione, per provare esperienze sempre nuove, nell’ottica di una mia crescita professionale, ma anche una crescita personale e di vita.

Tra tutti i concorrenti tu sei già quello più noto, anche in ambito internazionale dopo la tua vittoria dello corso anno all’Alternative, come sei stato accolto dal resto dei concorrenti?

Si, sicuramente tra tutti i concorrenti che c’erano io sono quello un pochino più conosciuto tra i ragazzi. I partecipanti mi hanno accolto a braccia aperte, ma anche perché comunque tra di noi più o meno ci già ci conoscevamo un po’. Avevamo anche addirittura fatto degli incontri di formazione insieme, quindi è stato bello e ho avuto una bellissima accoglienza. Tra di noi c’è un grande rispetto e di questo sono molto felice.

Lorenzo Marchelle

Le critiche o le obiezioni dei giudici ti danno fastidio o lo vedi come il gioco delle parti in un format come questo?

Le critiche che mi sono state fatte nella prima puntata Le ho prese in maniera molto leggera.

Infatti io credo che non sia questo il contesto dove si può davvero giudicare un parrucchiere e perché semplicemente un talent televisivo, quindi per sua natura ci si mette in gioco e in discussione, sempre nell’ottica di una crescita.

Io mi rifaccio sempre a quello che mi ha insegnato mio padre: “è importante ascoltare per capire e non per rispondere“.

Quindi anche quelle critiche che magari sono state un pochino più severe da parte di Rossano, le ho accettate. Fa parte del gioco ed è giusto, anche se si vuole fare un percorso di crescita personale è sacrosanto fare fatica perché penso sia l’unico modo davvero per potersi migliorare e per poter crescere.

Pensi che questa esperienza accrescerà di più la tua notorietà o la vedi più come un’occasione di confronto e una sfida lavorativa?

No, allora io questa esperienza televisiva non l’ho fatta per una questione notorietà, cioè l’ho vista come esperienza di lavoro e poi sicuramente è inutile girarci intorno, ovviamente il fatto di andare in televisione nel bene o nel male può aiutare. Parlare di notorietà mi sembra troppo, ovviamente un minimo di persone che ti vedono in più ci sono. Come ho detto ieri Rossano Ferretti, questo per me è un gioco e mi voglio divertire.

Non credo che sia questo il contesto dove ognuno possa realmente dimostrare chi è, non è questo Talent che mette in discussione la capacità lavorativa di ognuno dei partecipanti. Bisogna vederlo come un gioco, un’esperienza, sicuramente può aiutare magari un pochino in quello che potrebbe essere l’autorevolezza del ruolo, ma secondo me non più di tanto, soprattutto per il nostro settore.

Hai già fatto squadra con alcuni dei concorrenti e se si con quali? C’è un clima da gara teso tra di voi oppure clima da spogliatoio?

Se devo dire fatto squadra proprio no ma siamo stati un gruppo molto e coeso e ed è una cosa insolita tra parrucchieri. Infatti nell’ultima puntata ci sarà un messaggio molto chiaro e indicativo di quella che è stata questa esperienza.

C’è stato sempre un bel clima, ovviamente si c’era competizione ma anche un grandissimo rispetto tra di noi e questa è stata una cosa molto bella da lasciare come messaggio finale di questa esperienza.

Ti sei fatto già un’idea di possibile finale, che vedi sul podio?

Sì sicuramente una mia idea di podio, una mia idea di finalisti me la sono fatta, anche se devo dirti la verità, sono tutti veramente molto bravi, c’è davvero un livello alto. Noi facevamo prove dove in mezz’ora o in un’ora dovevi magari fare colore taglio e piega e quindi ovviamente si cercava di fare il risultato ottimale nel minor tempo possibile.

Magari non sono potuti venir fuori realmente tutti per quello che sono. L’esempio è quello di Graziano che è uscito la prima puntata, ma non solo. Per esempio anche secondo me un Andrea Fraccaro potrebbe arrivare tra i finalisti, insieme a Maria Rachele e Sara, tutti professionisti con grandi capacità.

I concorrenti di hairstyle

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Newsletter Estetica.it

Ricevi le migliori notizie prima degli altri, compila e iscriviti gratis!

Cerca su Estetica.it

0FollowerSegui
0FollowerSegui
0FollowerSegui

Ultime Novità

Il Taglio Shullet: il mix vincente tra due haircut

Sono sempre più trendy le mescolanze, la fusione tra due tagli per ottenere ibridi vincenti. È il caso dello Shullet, eccentrico e sempre più...

Capelli lunghi nel 2024? È un grande sì

Per chi se lo stesse chiedendo, no, non viviamo in un mondo di bob. Se il taglio medio imperversa, il lungo resiste e con...

Incontra i finalisti degli International Hairdressing Awards 2024!

Domenica scorsa, gli International Hairdressing Awards hanno annunciato i 18 finalisti del concorso 2024 con una trasmissione in diretta mondiale. Gli International Hairdressing Awards  hanno annunciato ieri...
Pubblicità
Pubblicità