20 Febbraio 2024

Intervista esclusiva a Angus Mitchell: il comproprietario di John Paul Mitchell Systems

Pubblicità

Ecco la versione integrale dell’intervista che abbiamo pubblicato nei nostri numeri estivi di Estetica UK e USA. Nel mese di maggio, il Team di Estetica ha incontrato Angus Mitchell, comproprietario di John Paul Mitchell Systems, all’evento Together a Roma.

John Paul Michell Systems ha recentemente tenuto il suo evento Together di grande successo nella capitale italiana. Mentre eravamo lì, siamo stati lieti di avere l’opportunità di parlare con il comproprietario, Angus Mitchell, delle attuali strategie del marchio, dei suoi piani futuri e della sua interpretazione su alcune questioni fondamentali che incidono sul nostro settore, tra cui tecnologia, istruzione e, naturalmente , il grande argomento di discussione del momento, la sostenibilità.

ANGUS MITCHELL, IL MONDO È UN POSTO IMPREVEDIBILE AL MOMENTO. COME AZIENDA, COSA STA FACENDO PAUL MITCHELL PER RIDURRE L’IMPATTO DI QUESTE INCERTEZZE?

Il nostro impegno per il settore è incredibile. JP è entrato in JPMS in un trust per assicurarci di rimanere una proprietà privata e ci restano più di 300 anni! In qualità di azienda privata a conduzione familiare, possiamo prendere decisioni rapide a sostegno del nostro settore rimanendo fedeli a ciò che siamo. Crediamo nell’investire prima nelle nostre persone e incoraggiamo un coinvolgimento incentrato su comunicazione positiva, quadri relativi alla salute, amore per se stessi e rispetto per le diverse prospettive. Sappiamo che un team felice e impegnato produrrà un sano risultato di successo.Oltre al nostro Product Innovation Center, che si concentra sulla ristorazione per il successo di saloni e stilisti, stiamo anche costruendo una Paul Mitchell Advanced Academy.Questo sarà un luogo in cui i professionisti del settore potranno riunirsi per essere ispirati e istruiti da alcuni degli educatori più talentuosi del mondo.

Intervista a Angus Mitchell
L’evento “Together” di JPMS tenutosi a Roma, in Italia, nel maggio 2023.

QUALI SONO I TUOI OBIETTIVI PRINCIPALI PER IL 2023 E A LUNGO TERMINE?

I viaggi globali e il collegamento con le nostre persone in presenza sono i miei obiettivi principali per il 2023 e gli anni a venire. Sono così felice di essere di nuovo in viaggio. Quando possiamo incontrarci e imparare gli uni dagli altri, siamo tutti molto più forti insieme. Abbiamo rallentato i grandi hairshow e ci stiamo invece concentrando maggiormente sugli incontri intimi. Quest’anno ho visitato l’Italia, il Messico, la Spagna e la Francia. 

La mia sensazione travolgente è che ci sia fame di maggiore connettività, così come più amore e gioia per la cultura JPMS e una connessione più forte con gli impegni filantropici della nostra azienda. Mi impegno a continuare a ispirare gli artisti attraverso le possibilità artistiche con il grande Robert Cromeans e i nostri talentuosi direttori artistici. È così importante garantire che le nostre persone si sentano supportate, ispirate e curate in ogni modo.

L’evento “Together” di JPMS tenutosi a Roma, in Italia, nel maggio 2023.

ANGUS MITCHELL, PARLACI DEI LANCI DI NUOVI PRODOTTI E DEI PIANI PER LO SVILUPPO DEL MARCHIO.

Abbiamo un calendario molto ricco di lanci entusiasmanti per il 2023. L’anno è iniziato con la categoria Tea Tree Special Detox, che affronta i problemi del cuoio capelluto. Abbiamo visto crescere il mercato della cura del cuoio capelluto con una crescente attenzione alla cura della pelle della testa nello stesso modo in cui si farebbe con il viso o il corpo. Questo è stato il risultato di una nuova categoria per la cura del cuoio capelluto nel nostro marchio Clean Beauty alla fine del 2022. Anche quest’anno abbiamo nuovi entusiasmanti sviluppi nel nostro portafoglio di colori, con un colore di dieci minuti per soddisfare anche gli stili di vita frenetici come un nuovo marchio di colore che siamo certi soddisferà anche gli stilisti più avventurosi.

Inoltre, quest’estate abbiamo nuovi entusiasmanti sviluppi per il nostro marchio Awapuhi Wild Ginger, che ci riportano alle nostre radici hawaiane e raccontano la storia della fattoria sostenibile Awapuhi, dove coltiviamo tutti i nostri awapuhi per questi prodotti. Da bambino lavoravo nella fattoria con mio padre: era un lavoro duro, ma quei momenti mi riportano alla mente alcuni dei miei ricordi più cari.

PAUL MITCHELL È DIVENTATO SINONIMO DI SOSTENIBILITÀ E CURA DELLE PERSONE E DEL PIANETA. CHE CONSIGLI PUOI DARE PER CONTRIBUIRE A RIDURRE L’IMPATTO NEGATIVO DEL NOSTRO SETTORE SULL’AMBIENTE?

Solo lavorando con i marchi John Paul Mitchell Systems stai aiutando a prenderti cura del pianeta. Di recente abbiamo assunto un nuovo Senior Director of Sustainability, Sean Ansett, per entrare a far parte del nostro team e ci sta davvero aiutando a raggiungere il nostro impegno per la neutralità climatica in tutte le nostre operazioni entro il 2050. Sean ci ha aiutato a migliorare il nostro gioco, misurare e ridurre e compensare il nostro emissioni e, collaborando con organizzazioni di terze parti come TerraPass e REDD+, per aiutarci nei nostri impegni a emissioni zero. Abbiamo anche aderito a SPICE (Sustainable Packaging Initiative for Cosmetics), che riunisce l’industria per guidare il futuro nel packaging sostenibile. Continuiamo a ridurre il nostro utilizzo di plastica vergine passando agli imballaggi PCR (Post Consumer Recycled) e abbiamo introdotto i sacchetti di ricarica.

Come azienda stiamo concentrando i nostri sforzi su quattro pilastri chiave: ridurre la plastica vergine, ridurre l’impronta di carbonio, l’approvvigionamento sostenibile e responsabile e ridurre al minimo i rifiuti in discarica. All’interno di ciascuno di questi pilastri ci sono molti progetti e obiettivi su cui stiamo lavorando: come azienda costruita sulla filosofia delle radici rigenerative, siamo veramente orgogliosi di dove veniamo, quanto abbiamo raggiunto e dove arriveremo in i prossimi anni. Abbiamo anche rinnovato la nostra partnership per la piantumazione di alberi con Reforest-Action, abbiamo già raggiunto il nostro obiettivo di piantare un milione di alberi entro il 2022 e ora ci siamo impegnati a piantarne un altro milione entro il 2030.

COSA NE PENSI DEL MODO IN CUI LA TECNOLOGIA STA INFLUENZANDO IL SETTORE DELLA CURA PROFESSIONALE DEI CAPELLI?

Quello che abbiamo imparato da COVID è che possiamo raggiungere più persone attraverso la tecnologia. Grazie ai media digitali, ora siamo più connessi a livello globale che mai. Ancora più importante, abbiamo appreso che non esiste un sostituto per l’educazione pratica e l’arte della connessione umana. Come esseri umani, è qui che prosperiamo. Credo che la tecnologia dovrebbe essere abbracciata, alcune forme saranno facilmente integrate, mentre altre no. Va bene, ma dovremmo cercare di essere aperti, potremmo solo imparare qualcosa!

SEI PREOCCUPATO PER L’AI E PER IL MODO IN CUI STA DISTORCENDO LA NOSTRA PERCEZIONE DELLA REALTÀ?

La tua domanda ha appena provocato un’altra domanda: ” E se frequentassi una scuola di bellezza e il mio insegnante non sapesse come insegnare la formulazione in un modo che io possa capire?”. L’intelligenza artificiale sarebbe un insegnante migliore? Accidenti! Immagino che la risposta alla tua domanda sia che l’intelligenza artificiale è qualcosa con cui sto ancora acquisendo familiarità. È troppo presto per rispondere.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Newsletter Estetica.it

Ricevi le migliori notizie prima degli altri, compila e iscriviti gratis!

Cerca su Estetica.it

0FollowerSegui
0FollowerSegui
0FollowerSegui

Ultime Novità

Capelli effetto rainbow con la collezione ‘No Vacancy’ by Steve English

In voga già da qualche anno, la tendenza rainbow torna a sfilare sulle passerelle della modacapelli. E vince. Con questa collection Steve English si...

Acconciature con ciuffo: come portarlo in base alla forma del viso?

Non ci sono regole scientifiche su come meglio gestire le acconciature basate sul ciuffo. Ma ecco qualche suggerimento su come stilizzarlo in base alla...

La conferenza stampa di presentazione di Cosmoprof 2024: tutte le novità e i progetti speciali

Il 14 febbraio 2024 si è svolta a Milano presso la Fondazione Luigi Rovati la conferenza stampa di presentazione di Cosmoprof Worldwide Bologna 2024....
Pubblicità
Pubblicità