18 Aprile 2024

La storia dell’acconciatura iconica della Regina Elisabetta II

Pubblicità

Con l’incoronazione di Re Carlo III tornano in auge le acconciature reali. Prima su tutte quella di un’icona come Queen Elizabeth II.

In principio fu Charles Martin, l’hairstylist che si è preso cura dei capelli della Regina Elisabetta II fino alla fine degli anni Ottanta, ovvero colui che si è preoccupato di dare alla monarca più popolare del mondo una fisionomia divenuta iconica, inconfondibile. Poi è stata la volta di Ian Carmichael, nel 2017 insignito del titolo di Membro dell’Ordine Reale Vittoriano.

Regina Elisabetta II: un’acconciatura ferma nel tempo

Avete mai fatto caso alle acconciature dei reali? Con l’incoronazione di Re Carlo III ci sarà modo di vederne diverse e, con un discreto spirito di osservazione, ci si accorgerà subito che le rivoluzioni non sono il loro forte, anche con personalità “trendy” come Kate Middleton o la più discussa Meghan Markle, recentemente protagonista di un discreto hair(re)styling ultra liscio che ha fatto discutere per la distanza dall’etichetta d’eleganza reale.

Ma con buona pace di veline e cappelli di ogni foggia, l’acconciatura della Regina per antonomasia – Elisabetta II d’Inghilterra, che ci ha lasciati lo scorso settembre – è invece la prova più lampante della tesi che vuole haircut reali fermi nel tempo.

Nel suo caso, le variabili sono state fondamentalmente due: un’acconciatura più o meno cotonata, condizionata dalla presenza (o meno) della corona sulla sommità, oppure più o meno curly, a seconda del gusto del momento. La lunghezza non è mai stato un parametro da contemplare, per le acconciature della Regina Elisabetta.

Morbido rigore: l’iconico taglio della Regina

Arrotondato, senza particolari scalature,  fronte libera. Lungo il giusto per lasciare scoperto parte del collo e con una forma vagamente bob. Dopo il lavaggio, piccoli bigodini per dare il giusto volume. Il taglio della Regina Elisabetta era di fatto un austero hairdo corto ma non troppo, per evitare lo sconveniente effetto boyish.

Con maggiore volume sui lati, per rendere più accogliente la sommità destinata alla corona, quando era libera da quest’ultima l’acconciatura della Regina Elisabetta tendeva al bouffant, specie negli anni 60/70 quando le cotonature erano all’ordine del giorno.

Una sapiente miscela tra il morbido e il rigoroso, era questo lo stile della Regina che si rifletteva anche nel suo taglio di capelli, uno degli aspetti “visual” più immediati del suo modo di essere.

E in effetti, se confrontata con le acconciature rigide e severe di un’altra donna importante della storia del Regno Unito – Margaret Thatcher – lo styling di Elisabetta appare decisamente più libero da “impalcature”, caratterizzato da una morbidezza chic e da un discreto movimento.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Newsletter Estetica.it

Ricevi le migliori notizie prima degli altri, compila e iscriviti gratis!

Cerca su Estetica.it

0FollowerSegui
0FollowerSegui
0FollowerSegui

Ultime Novità

Il ritorno del Bleach Blonde: dal Punk al glamour primaverile

Tra le tendenze colore capelli di questa primavera c’è un revival che ha catturato l’attenzione anche in chiave glamour: la tonalità Bleach Blonde. Iconica colorazione...

Tendenze capelli uomo primavera 2024: il Mullet maschile

Si presta a diverse interpretazioni, visto il suo carattere spiccatamente unisex. E in effetti, anche nella versione al maschile, il Mullet sta spopolando in...

Un nuovo Hair Look per Belen Rodriguez: è davvero quel che sembra?

Da qualche giorno non si parla d’altro, ma siamo sicuri che non sia un colpo di teatro? Ecco la verità sul nuovo taglio di...
Pubblicità
Pubblicità