9 Dicembre 2022

Colore capelli anti-age: tre segreti per sembrare più giovane a 50 anni

Superati i 50 anni, la scelta dell’hairlook deve tenere conto dei segni del tempo che passa. Per ottenere un risultato naturale e adeguato, ecco i tre segreti per un colore capelli antiage.

Il problema non è solo la ricrescita. Quando si superano i 50 anni, il nostro hairlook deve tenere conto, oltre che dei capelli bianchi in aumento, anche del cambiamento delle cromie del volto e della consistenza dei capelli. Come ci ha ricordato Cristiano Filippini, mediamente dopo i 40 anni i capelli tendono a diventare meno elastici e perdono vigore e luminosità. Ovviamente questo processo non è identico per ogni donna: alcune, nonostante siano anche più avanti dei 40, mantengono chiome molto folte e vitali. La cura, oltre ai fattori genetici, è fondamentale per garantire una buona risposta dei capelli a tutte le azioni chimiche o meccaniche cui li sottoponiamoLa scelta dei giusti prodotti e di processi non troppo aggressivi, sia per quanto riguarda la colorazione sia l’asciugatura, sono assolutamente necessari”.

Ma esiste un colore capelli antiage? La risposta la troviamo nella sinergia fra tre segreti, che elenchiamo qui di seguito.

1. Colore capelli anti-age: parola d’ordine luminosità

Il colore capelli antiage per eccellenza è quello che illumina il viso. Con le tonalità chiare ovviamente il risultato è più efficace, ma il vecchio diktat che dopo una certa età sia necessario schiarire non è più così pressante. Dopo i 50 anni, i segni del tempo su viso e capelli hanno bisogno di una maggiore attenzione nel renderli armoniosi. Un colore troppo marcato ha l’effetto di evidenziare di più un volto, se particolarmente segnato: le schiariture sul colore di base dei capelli e in tonalità con le cromie personali sicuramente aiutano, ma sarà l’hairstylist a fare una valutazione sul singolo caso, senza escludere colori scuri a priori.

2. Colore capelli anti-age: variegare il colore

Oltre a puntare sulla luminosità, il colore capelli antiage deve anche cercare di mimetizzare la ricrescita, per consentire una manutenzione più duratura nel tempo. Il segreto sta nel creare una colorazione non compatta e uniforme, bensì variegata e ricca di riflessi. Evitare se possibile le tonalità scure proprio in radice, puntare su colori neutri o tendenti al caldo, applicando dei punti luce che illuminino i tratti del volto. Con questo approccio, anche i capelli bianchi vengono integrati con più armnia nel look.

3. Colore capelli anti-age:naturalezza al primo posto

L’ultimo segreto del colore capelli antiage è quello che mette al primo posto la naturalezza. Un criterio valido sempre, ma ancora di più dopo i 50 anni se si vuole un risultato adeguato al proprio aspetto, che faccia sentire a proprio agio. Con questo approccio, diventa quindi possibile anche accettare il grigio come colore. Che non implica lasciare i capelli senza cure, piuttosto favorisce l’accettazione del tempo che passa. Il risultato è un hairlook raffinato, che varia dal brizzolato al bianco candido, da scegliere sempre sulla base delle caratteristiche personali.

- Advertising -

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Newsletter Estetica.it

Ricevi le migliori notizie prima degli altri, compila e iscriviti gratis!

Cerca su Estetica.it

257,654FansMi piace
239,694FollowerSegui
7,593FollowerSegui
2,734FollowerSegui

Ultime novità