24 Maggio 2022

Acconciatori del mondo: a confronto il coreano Hyun Woo Lee e il belga Joeri Rouffa

La bellezza è liquida, in un continuo fluire da Est a Ovest che ci porta verso canoni nuovi e condivisi. Come ci dimostra il confronto fra due acconciatori del mondo. Due hairstylist agli antipodi, il coreano Hyun Woo Lee e il belga Joeri Rouffa.

Un’evoluzione continua. Che si nutre della creatività dei singoli individui per fluire in una sensibilità collettiva. La bellezza si costruisce ogni giorno, specchio della società ne anticipa e ne riassume le caratteristiche del tempo. Sicuramente gli hairstylist hanno un grande ruolo in questo processo creativo global, perché è anche grazie alle loro visioni e al loro lavoro che si plasma il concetto di bellezza contemporanea. Per questo Estetica mette a confronto due acconciatori del mondo, due stilisti, uno orientale e uno occidentale, che solo apparentemente sono agli antipodi, dimostrando invece di avere forti connessioni. Dalle loro parole emerge la diversità, che li caratterizza, ma anche l’omogeneità, che evidenzia quanto il linguaggio della bellezza sia universale, a prescindere da spazio e tempo. A parità di domande, ecco cosa ci hanno risposto questi due acconciatori del mondo, il coreano Hyun Woo Lee e il belga Joeri Rouffa.

I nuovi trend, i nuovi talenti, i nuovi orizzonti professionali… tutto con Estetica Exclusive. Uno sconto extra digitando: EE-21!

Che cosa significano i capelli per te?

Hyun Woo Lee: Sono il mio passato, presente e futuro. Sono tutto per me.
Joeri Rouffa: Ciò che trovo davvero interessante dei capelli è che siano sempre loro stessi. Mi spiego: amo il fatto di poterli trasformare, scolpire, creare gli stili più eccentrici e folli, ma tornano sempre alla loro natura originaria.

Qual è l’aspetto più interessante di essere un hairstylist?

Hyun Woo Lee: L’acconciatura coreana attuale ha spostato il suo focus. Quando ho iniziato questo mestiere, tendevo a fare ricerca e studiare gli acconciatori del mondo, gli stilisti oltreoceano, ne ero influenzato. Oggi gli hairstylist coreani sono migliorati, creano hairlook innovativi e originali.
Joeri Rouffa: Essere capace di trasformare una modella per un servizio fotografico e poi riportarla alla sua identità a fine lavoro.

Quale futuro prevedi nella coiffure?

Hyun Woo Lee: la coiffure coreana non è così sviluppata come in Europa o negli Usa, mi aspetto un’evoluzione continua, che ci consenta di sperimentare lavori diversi.
Joeri Rouffa: Ci sono tantissime opportunità là fuori e sento che stiamo vivendo un’era in cui ciascuno di noi ha la propria opininone e voglia fare le cose a modo proprio. Quando cammini per le strade di Parigi o New York vedi ogni sorta di hairlook, dal vintage al punk, dal liscio al super mosso. Penso che il futuro dei capelli vada verso l’espressione individuale: ognuno sceglie cosa è meglio per sé.

Come stanno cambiando i canoni estetici?

Hyun Woo Lee: Penso che i canoni estetici di oggi siano più orientati di un tempo all’unicità. In passato, le modelle erano selezionate dalle agenzie ed erano tutte alte e magre. Oggi i grandi marchi di moda sembrano più interessati a collaborare con le persone comuni, anche se non rappresentano la perfezione estetica. Si stanno sdoganando modelli più quotidiani, anche nel mondo dei servizi editoriali.
Joeri Rouffa: Sicuramente percepisco un cambiamento, stanno diventando più “comuni”. Le persone devono potersi riconoscere nelle immagini delle riviste e nelle modelle delle sfilate. Penso che le modelle iconiche di un tempo stiano scomparendo. Questo mi fa riflettere su come stia cambiando la moda, io per primo amo modelle “strane” che possono diventare qualsiasi cosa.

Secondo te è possibile creare look avantgarde per le persone “comuni”?

Hyun Woo Lee: Questo è il problema di tutti gli acconciatori del mondo. Generalmente gli stilisti vengono costretti a seguire certi limiti, spesso la pubblicità richiede capelli naturali per lasciare tutta l’attenzione al prodotto che deve essere venduto. Però, prima credo sia importante definire cosa si intende per persone “comuni”. Solo pochissimi conducono delle vite all’avanguardia, la maggior parte è legata a obiettivi quotidiani. Solo se nascono dei movimenti capaci di rompere questi schemi si può pensare a un cambiamento.
Joeri Rouffa: Certo! Alcune persone “comuni” possono portare molto bene un taglio d’avanguardia, penso che diventino subito interessanti.

I NUOVI TREND, I NUOVI TALENTI, I NUOVI ORIZZONTI PROFESSIONALI… TUTTO CON ESTETICA EXCLUSIVE. UNO SCONTO EXTRA DIGITANDO: EE-21!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Newsletter Estetica.it

Ricevi le migliori notizie prima degli altri, compila e iscriviti gratis!

Cerca su Estetica.it

257,654FansMi piace
239,694FollowerSegui
7,289FollowerSegui
2,741FollowerSegui

Ultime novità