17 Gennaio 2022

Operatori Benessere Associati: una nuova realtà nella coiffure italiana

Un’associazione di categoria che ha tutta l’energia per lavorare al miglioramento della professione parrucchiere: ecco Operatori Benessere Associati. Prima tappa: l’incontro in Senato del 13 dicembre.

Si chiama OBA (Operatori Benessere Associati) la nuova associazione no profit nata a Pomezia il 19 aprile 2021, sulle basi della già esistente Unione Parrucchieri e Barbieri Pomezia, grazie all’iniziativa dei fondatori Umberto Cerioni, Alessio Cerioni, Alessandro Rossini, Tania Stella, Veronica Cerioni che hanno deciso di impegnarsi per salvaguardare e tutelare le categorie di parrucchieri, barbieri, estetisti, tatuatori, onicotecnici.

Una scelta coraggiosa, considerato il periodo difficile che stiamo attraversando, dove “il distanziamento sociale, nel rispetto dell’emergenza sanitaria, ha provocato un cambiamento radicale nel comportamento delle persone” racconta Alessio Cerioni, “modificando le loro abitudini, determinando delle criticità economiche per tutta la categoria degli Operatori di servizi alla persona, mettendo a grave rischio la sopravvivenza delle imprese e anche di tutta la filiera collegata”.

“L’emergenza del periodo pandemico si aggiunge a una serie di criticità che la categoria già da tempo lamenta”, sottolinea Umberto Cerioni, “e che vogliamo portare all’attenzione delle istituzioni”. Per questo motivo il 13 dicembre 2021 alle 11:00 l’associazione Operatori Benessere Associati OBA sarà presentata ufficialmente in Senato, presso la sala Nassirya, su iniziativa del senatore William De Vecchis e con la presenza dell’On. Marco Silvestroni e di Veronica Felici, dirigente FdI.


Questi punti che verranno portati all’attenzione del Senato:

  1. Abbattimento dell’Iva, adeguandola ai parametri Europei. Un’istanza che nasce dalla scoperta recente da parte dell’associazione che in Italia l’aliquota sulla manodopera è ancora al 22%. Come racconta Alessandro Rossini, “nel 2006 l’Europa aveva chiesto a tutti gli stati membri di presentare un’aliquota regolare per la attività presenti nel territorio. Per la nostra manodopera poteva essere portata al 10%, ma nessuno dei nostri enti rappresentativi ha proposto questa possibilità, quando i nostri cugini europei pagano un’aliquota ridotta al 10% e l’Olanda applica addirittura il 6%”.
  2. Il riconoscimento fiscale e amministrativo come servizi alla persona
    – semplificazione per ospitare regolarmente liberi professionisti, all’interno degli esercizi, per collaborazioni a breve e lungo termine (affitto poltrona/cabina).
    – ricerca d’una normativa adeguata per il lavoro domiciliare.
  3. Listino minimo dei servizi base in funzione delle tempistiche d’esecuzione (manodopera) calcolando il prezzo medio in base al parametro costi lavoratore/gestione.
  4. Controllo qualità per la formazione professionale privata e pubblica, realizzando un ente di classificazione che permetta di dare un controllo qualità tutela dei consumatori (parrucchieri, estetisti, onicotecnici, barber, ecc.).
  5. Soluzioni INPS per migliorare la retribuzione pensionistica in base a nuovi parametri (assunzioni e servizi al cittadino).


La presentazione verrà trasmessa su tutti i canali parlamentari, dove la si potrà seguire integralmente e anche poi in differita su www.senato.it.

Un’iniziativa che vuole aumentare il senso di appartenenza in una categoria che da sempre patisce una certa frammentarietà, acuitasi con le difficoltà portate dalla pandemia. “Ci sono nuove realtà stabilitesi in conseguenza della pandemia” racconta Alessio Cerioni “che vanno inglobate nel nostro sistema, piuttosto che osteggiate. Il fulcro centrale del business coiffure siamo noi operatori, che reggiamo un sistema che da anni si è evoluto senza regole corrette. Bisogna trovare la giusta linea senza essere distruttivi”.

- Pubblicità -

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Newsletter Estetica.it

Ricevi le migliori notizie prima degli altri, compila e iscriviti gratis!

Cerca su Estetica.it

257,654FansMi piace
239,694FollowerSegui
7,134FollowerSegui
2,812FollowerSegui

Ultime novità