27 Settembre 2021

Balayage o balayage californiano? Ecco le differenze

Il balayage californiano e il balayage sono due tra tecniche più richieste nei saloni spagnoli. Abbiamo chiesto a StudioD (Barcellona) e Menta Beauty Place (Madrid) come sono fatti, cosa li differenzia e di quali tonalità rendono al meglio.

StudioD è uno dei saloni di bellezza più frequentati del Barrio de Sants di Barcellona. Qui Danilo Da Silva lavora quotidianamente sia con il balayage sia con il balayage californiano: “Quello californiano è l’effetto ottenuto naturalmente dai capelli schiariti al sole, marcato e con una decolorazione che si fa più decisa sulle punte. Mentre il balayage è una tecnica di schiaritura francese che inizia a pochi centimetri dalla radice, in cui la schiaritura del colore non si ha solo sulle punte ma in tutta la capigliatura e in maniera più naturale. Si può anche giocare con i contrasti tra i toni naturali dei capelli e le mèches, senza mostrare il segno”. E sebbene possano essere scelti con qualsiasi base e tipo di capello, Da Silva ci dà qualche consiglio: “È molto importante utilizzare buoni prodotti professionali in modo che il colore non sbiadisca o ossidi rapidamente”.

Inmaculada García, direttrice della formazione dei centri Menta Beauty Place (Madrid) mette in risalto la naturalezza e la luminosità che il balayage dona ai capelli: “Consiste nel decolorare il capello dalle radici alle punte con pennello e mano libera. Il risultato potrà essere anche molto diverso e dipenderà dall’abilità del colorista poiché si tratta di una tecnica molto personalizzata, per la quale è necessario avere grande padronanza, sapendo lavorare bene sulle ciocche e sfumando per ottenere una maggiore schiaritura alle estremità. Il risultato è molto naturale poiché essendo sfumato non si capisce dove inizia e finisce il lavoro del colorista”. Per quanto riguarda i balayage californiani, la cosa più importante da ricordare è che cercano di imitare l’effetto del sole sui capelli. Vengono quindi realizzati dal centro della capigliatura fino alle punte, con il contrasto tra il colore delle radici e le punte molto marcato. “Regalano moltissima luce ai capelli anche se sono più aggressivi del normale balayage, dal momento che dobbiamo preventivamente decolorare i capelli usando un foglio di alluminio in modo che non si ossidino”.

Immagini dal profilo Instagram Menta Beauty Place 

Come mantenere balayage o balayage californiano? E su quali tagli rendono di più?

Il più grande vantaggio del balayage e delle schiariture californiane è la bassa manutenzione che entrambi richiedono, dato che possono essere ritoccati anche ogni quattro mesi. Non toccando la radice non si vedrà la naturale crescita del capello: “Anche in questo caso, però, dobbiamo mantenere i capelli molto nutriti con prodotti specifici come balsami o maschere perché i capelli decolorati tendono sempre a essere più secchi, anche con shampoo viola o bluastri per cui le ciocche non tendono a toni indesiderati come il giallo o l’arancione. Se questo ci accadesse, possiamo sempre riapplicare un trattamento colore tra i ritocchi per rinfrescare il colore in modo che assomigli sempre al primo giorno ”, consiglia Inmaculada García.

In uno qualsiasi dei sette saloni di Madrid, un’esperienza “highlights” varia da € 100-150, a seconda del lavoro da svolgere e della protezione per capelli utilizzata per prevenire possibili danni durante la decolorazione. In estate, balayage o balayage californiano sono particolarmente richiesti: “i riflessi californiani stanno meglio sui capelli lunghi e sui capelli chiari perché nei capelli scuri creano troppo contrasto, e i capelli decolorati tenderanno sempre a mostrare toni arancioni. Al contrario, i riflessi balayage sono ideali su tutte le lunghezze e tonalità di capelli. Nelle bionde sono fenomenali sia i toni freddi (platino, grigio, cenere o sabbia) che i toni caldi (oro, miele o castagna), più utilizzati durante i mesi estivi perché si intonano meglio alla pelle abbronzata. Nei capelli scuri rendono al meglio se li illuminiamo con toni caldi: la scelta va dal cioccolato al castano, al nocciola o al miele. Anche il rame, per i più audaci”.

- Pubblicità -

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Newsletter Estetica.it

Ricevi le migliori notizie prima degli altri, compila e iscriviti gratis!

Cerca su Estetica.it

257,654FansMi piace
239,694FollowerSegui
6,843FollowerSegui
2,812FollowerSegui

Ultime novità