2 Agosto 2021

Parrucchieri chiusi in zona rossa: ecco la novità del DPCM 6 marzo

Considerati servizi essenziali dal governo Conte, con il nuovo DPCM barbieri e parrucchieri dovranno chiudere nel caso di zona rossa.

C’è una novità molto importante nella bozza del nuovo DPCM, che entrerà in vigore dal 6 marzo e resterà in vigore per un mese fino al 6 aprile: in caso di passaggio della Regione in zona rossa, barbieri, parrucchieri e saloni di bellezza dovranno abbassare le serrande e chiudere le attività.

Si tratta di una differenza sostanziale rispetto a quanto messo in atto negli scorsi mesi, perché nei precedenti DPCM barbieri e parrucchieri risultavano tra le attività essenziali e sicure, e quindi aperte anche nelle zone rosse. Con l’arrivo della terza ondata, resa più aggressiva dalle varianti che sono arrivate anche nel nostro paese, però, il Governo ha deciso di prevedere, almeno per il momento, una linea più dura.

Il DPCM che entrerà in vigore il 6 marzo resterà in vigore per un mese, andando a comprendere anche il periodo di Pasqua, che nel 2021 cadrà domenica 4 aprile. In caso di passaggio della Regione nella zona rossa, quindi, giù le serrande di parrucchieri e barbieri, che dovranno restare chiuse per almeno due settimane, ovvero il tempo necessario per il ritorno nella zona arancione, in caso di miglioramento della situazione epidemiologica.

Quasi certo, quindi, che i parrucchieri chiusi in zona rossa a partire da lunedì 6 marzo saranno quelli di Basilicata e Molise. Fermo restando, però, che queste restrizioni potranno essere prese anche a livello provinciale in caso di diffusione delle varianti o di alti numeri epidemiologici.

- Pubblicità -

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Newsletter Estetica.it

Ricevi le migliori notizie prima degli altri, compila e iscriviti gratis!

Cerca su Estetica.it

257,654FansMi piace
239,694FollowerSegui
6,680FollowerSegui
2,812FollowerSegui

Ultime novità