25 Giugno 2022

Diamanti d’Oro di Uala: ecco i vincitori della quinta edizione

Tra i saloni premiati con i Diamanti d’Oro di Uala, tanti gli spazi polivalenti.

Accostare alla piega una mostra d’arte? Oppure tagliare i capelli facendo shopping di capi unici, o perché no, andare dal parrucchiere per fare smartworking o prendersi una pausa dalla frenesia della città? I vincitori di questa edizione dei Diamanti d’Oro di UALA, più ancora che in altri anni, si sono distinti per il servizio eccellente grazie al quale sono riusciti a superare un momento storico complesso. E tra chi ha puntato sulla consulenza digitale e chi ha ripensato ai servizi in chiave green, spiccano tanti spazi polifunzionali, nei quali la parola d’ordine è fluidità.

Come ogni anno, i migliori saloni sono stati selezionati da una task force di esperti, che li ha visitati in incognito eleggendo gli 86 indirizzi che si sono distinti per bravura, stile e servizio eccellente. Vediamo così che l’edizione 2020 del premio incorona 9 saloni con Tre Diamanti d’Oro®, 19 saloni con Due Diamanti d’Oro® e 58 saloni con Un Diamante d’Oro®.

Tutti i vincitori sono stati valutati secondo questi criteri: aspetti tecnici e stilistici, come la realizzazione di tagli a regola d’arte o colorazioni poco aggressive sul capello; competenza e modo di porsi con il cliente, accoglienza e spiegazione accurata dei trattamenti; stile e bellezza del luogo e infine posizione in città, come valore aggiunto dell’esperienza di stile.

3 Diamanti d’Oro

Realtà esclusive, nelle quali ogni dettaglio è curato al meglio. Come Zappa Hair & Beauty di Palermo, in cui si fondono bellezza e gastronomia. Da Zappa, infatti, si entra per una rinfrescata al look ma anche per degustare i prodotti tipici siciliani, insieme ad un cocktail preparato sul momento. Sempre a Palermo, l’atelier di Giorgio Parrivecchio, inaugurato da poco e pensato anche per ospitare mostre ed eventi culturali, nel quale si trova un giardino d’inverno arredato per lavorare in smartworking. 3 Diamanti d’Oro di UALA anche per il bolognese I Didier Compagnia della Bellezza, il triestino Goran Viler con la sua trendy hair spa che si ispira al senso di ospitalità delle onsen giapponesi, e l’esclusivo hair salon di Rossano Ferretti a Parma.

Il massimo del riconoscimento va infine a quattro realtà milanesi: Merci à Vous, la creazione artistica di Mayra Cassano, il barbershop classico e raffinato di Francesco Cirignotta, Alessandro Gesuita con il suo salone dallo stile accogliente ed elegante, e l’atelier di Davide Diodovich, che ricrea al proprio interno l’atmosfera intima ed esclusiva di una confortevole casa privata.

2 Diamanti d’Oro

Diciotto le realtà che hanno raggiunto i due Diamanti d’Oro di UALA. Tra questi, Nook Studio di Salerno, da poco ristrutturato e pensato per essere un’oasi di relax dove entrare anche soltanto per leggere un libro o sorseggiare una tisana, dove volersi bene prima di vedersi bene. E tra gli altri, il torinese Attilio Parrucchieri e l’atelier catanese di Toni Pellegrino, ma anche realtà quali il salotto creativo e all’avanguardia di Roots Milano e il salone della genialità eclettica di Egidio Borri.

1 Diamante d’Oro

Tra le 58 realtà a potersi fregiare del Diamante d’Oro di UALA, il milanese les Garçons de la Rue Lattuada, l’atelier di Alessia Solidani, il salone Nereide di Simone Minella o quelli di Luca Picchio e Luciano Colombo. O ancora, lo studio creativo di Pier Giuseppe Moroni o quello di Salvo Filetti

Vuoi conoscere la lista completa dei vincitori? La puoi trovare sul sito di UALA.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Newsletter Estetica.it

Ricevi le migliori notizie prima degli altri, compila e iscriviti gratis!

Cerca su Estetica.it

257,654FansMi piace
239,694FollowerSegui
7,306FollowerSegui
2,740FollowerSegui

Ultime novità