21 Settembre 2021

5 pezzi design di Sara Ricciardi per il negozio da parrucchiere

Atmosfere visionarie e insolite con 5 pezzi design di Sara Ricciardi: pensati per creare un ambiente di benessere e relax, gli arredi della designer possono offrire una soluzione originale per arredare il salone di acconciatura.

In un momento difficile come quello che stiamo attraversando abbiamo bisogno di tanto pragmatismo. Ma il desiderio di escapismo e di sogno è forte e può rivelarsi un rimedio altrettanto efficace per farci forza e darci un attimo di tregua. Per questo abbiamo pensato che 5 pezzi design di Sara Ricciardi per il negozio da parrucchiere potrebbero essere un ottimo consiglio per portare in salone un’atmosfera visionaria e conturbante.

Sara Ricciardi si distingue per uno stile passionale e visionario. Designer poliedrica, collezionista di oggetti bizzarri, da 4 anni ha aperto il suo studio dove progetta prodotti per aziende, pezzi unici per gallerie, performance, interni e installazioni. Ecco i 5 arredi che suggerisce “per il salone che ho immaginato”.

Curvy Marble

“I miei pezzi Curvy Marble sono realizzati con un’antica tecnica di falsificazione del marmo tramite paste di gesso. Immagino queste protuberanze oniriche in cui specchiarsi, a più altezze, come sinuose proboscidi marmoree che emergono dalle acque, con luci sferiche e passerelle per percorsi inaspettati”.

Templi

“Mi immagino un habitat con un profumo soave, paradisiaco di gelsomino e ambra, tenuto nei miei fragranzieri Templi, in ottone e vetro, le cui forme ricordano le architetture di luoghi sacri antichi”.

Clessidra – Collezione Ora

“Nel mezzo ci posizionerei la mia Clessidra aperta, della collezione ORA, in cui sentire la sabbia scorrere per 15 minuti nel palmo della propria mano e percepire così il tempo scendere in granelli tra le dita. È importante che nei luoghi di benessere la percezione del tempo esterno venga in qualche modo dissolta. Rigenerarsi nel culto del benessere richiede una certa sospensione. Una bellezza che esula dai frettolosi affanni”.

Pennelli corporei

“Riempirei lo spazio con i miei Pennelli Corporei, strumenti di stimolazione epidermica realizzati con ottone e piume affidati a un personale dedicato per massaggiare delicatamente e lentamente la pelle. Passando piano sui capelli, sul volto, sugli avambracci e i palmi aperti delle mani. Un rituale fumoso e pacato per temprare gli animi. Nessuna musica, solo il suono dello scroscio dell’acqua”.

Vasi da guardia

“Infine, vicino all’uscita, posizionerei i miei Vasi da guardia, Fratelli Ghepardo, che ruggiscono in segno di saluto per ricordarci di avere molta forza e agilità per affrontare il mondo esterno”.

- Pubblicità -

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Newsletter Estetica.it

Ricevi le migliori notizie prima degli altri, compila e iscriviti gratis!

Cerca su Estetica.it

257,654FansMi piace
239,694FollowerSegui
6,826FollowerSegui
2,812FollowerSegui

Ultime novità