Assemblea pubblica Cosmetica Italia: “Un’industria che fa bene al paese”

“Un’industria che fa bene al Paese” il titolo dell’incontro webinar che si è svolto lunedì 12 ottobre 2020. A parlare di industria cosmetica e resilienza tanti ospiti insieme al presidente di Cosmetica Italia Renato Ancorotti e moderati dal giornalista e scrittore Alan Friedman.

Alan Friedman è stato il moderatore dell’evento “Un’industria che fa bene al paese. La resilienza del comparto cosmetico nazionale. Un nuovo paradigma per il rilancio del settore”. Ad aprire l’interessante discussione Renato Ancorotti che ha sottolineato come “questa Assemblea voglia evidenziare simbolicamente una spinta verso la ripartenza. La fotografia di un comparto in sofferenza ma che resiste e vuole dimostrare la sua capacità di resilienza”.

Per concludere con parole di grande fiducia: “Ci aspetta nei prossimi mesi un compito difficile ma importantissimo, ovvero andare controcorrente. Con responsabilità e prudenza, occorre affrontare le avversità per disegnare il Rinascimento del comparto”.

A seguire gli interventi di apertura di Alessia Morani, Sottosegretario per lo Sviluppo Economico, Paolo Lamberti, Presidente Federchimica e Barbara Beltrame, Vicepresidente Confindustria con delega all’internazionalizzazione. Paolo Lamberti ha affermato che “l’industria cosmetica ha saputo dimostrarsi un’eccellenza del Made in Italy che sposa creatività e innovazione ed ha tutte le carte in regola per affrontare le sfide del futuro”.

Secondo quanto rilevato dal Centro studi dell’associazione nazionale delle imprese cosmetiche, (che riunisce circa 600 aziende tra pmi e multinazionali che rappresentano il 90% dei ricavi del settore), si stima che l’impatto del Covid-19 provocherà a fine 2020 una flessione del fatturato dell’11,6 % a circa 10,5 miliardi di euro rispetto ai 12 miliardi del 2019. Questo risultato sarà condizionato dal calo della domanda interna (-9,3%), ma soprattutto dalla contrazione del 15% dell’export. Alla contrazione del primo semestre, gli imprenditori del settore fanno seguire una previsione per la seconda metà dell’anno ancora negativa, ma in netto recupero.

“Queste stime, fortunatamente ben più contenute rispetto a quanto ci saremmo aspettati, testimoniamo la decisiva capacità di reazione del nostro settore”, ha specificato Ancorotti. “Nei primi sei mesi del 2020 l’e-commerce ha registrato un + 39%. Il valore delle vendite ha toccato i 670 milioni di euro, cifra che pur non compensando le perdite di tutti gli altri canali è quasi raddoppiata rispetto al 2019”.

Ad animare la tavola rotonda tanti ospiti: Lorenzo Angeloni, DG per la promozione del Sistema Paese Maeci, Laura Burdese, Presidente e Ceo di Acqua di Parma, Gianpiero Calzolari, Presidente di BolognaFiere Cosmoprof, Carlo Maria Ferro, Presidente di Ice-Agenzia, Cristina Casa, Ceo Kiko Milano e Renato Semerari, AD del gruppo Intercos.

- Pubblicità -

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Barex Italiana lancia Joc Care: 100% Vegan

Una linea consapevole che si fa stile di vita. Joc Care di Barex Italiana unisce la bellezza al consumo autentico e socialmente...

Newsletter Estetica.it

Ricevi le migliori notizie prima degli altri, compila e iscriviti gratis!

Cerca su Estetica.it

257,831FansMi piace
239,694FollowerSegui
5,409FollowerSegui
2,805FollowerSegui

Ultime novità