Gli obiettivi comuni di Angelo Seminara e John Moroney

In un’intervista esclusiva di Estetica del 14 luglio scorso tramite Zoom ad Angelo Seminara e John Moroney, rispettivamente nuovo Global Brand Ambassador di Goldwell e VP Creative & Communication di Kao Salon Division i due protagonisti raccontano i progetti che li accomunano.

In qualità di nuovo Global Brand Ambassador di Goldwell sarai più spesso in Germania?

Angelo: dipende dai progetti, ma spero proprio di sì.

John: Direi assolutamente di sì. Ha già fatto una prima visita al nostro quartier generale di Darmstadt. Ma come parte integrante della sua collaborazione lavorerà col nostro team di Ricerca e Sviluppo sempre qui a Darmstadt. In più, inizierà una produzione di photo-shoot con noi a Berlino a partire dal prossimo anno.

La tua collezione ricorda molto più Angelo di quanto possa sembrare Goldwell…

Angelo: questa è la mia prima collezione con Goldwell e ho utilizzato i loro prodotti di colorazione. Ho creato 2 collezioni, di entrambe le foto sono state scattate in Islanda. Ho chiamato il mio colorista e gli ho detto: “Ascolta, voglio fare uno shooting notturno al chiaro di luna, ma ho bisogno di colori luminosi”. E mi ha portato alcuni prodotti Goldwell Elumen. Li abbiamo utilizzato e gli ho detto: “Eccolo! E non scolorisce. È permanente, durevole. Mantiene le promesse”. Abbiamo iniziato proprio così. E sì, volevo fare qualcosa che continuasse a rassomigliarmi.

Quindi state crescendo insieme in un certo senso?

John: Sì, e il nostro intento non è quello di trasformarlo in un derivato di Goldwell, ma di mostrare cosa può fare un hairstylist visionario come Angelo per Goldwell. Abbiamo un’immagine di marca consolidata con Angelo da una parte e un’immagine di marca consolidata di Goldwell dall’altra, e il nostro obiettivo è farle crescere entrambe (insieme). Nel suo passato Angelo ha creato una molteplicità di tecniche iconiche come l’imprinter e il flamboyage. Negli ultimi mesi ha fatto formazione virtuale con uno dei miei manager creativi su Elumen, @Pure Pigments, Topchic, etc. Muoio dalla voglia di vedere cosa potrà creare utilizzando @Pure Pigments! Colori olografici, tridimensionali…

Qual è la tua maggiore fonte di ispirazione?

Angelo: Non sono stato molto fortunato da piccolo. Sono nato in un paesino e quindi ho dovuto usare parecchio la mia immaginazione perché c’era poco da esplorare nei dintorni. E sono molto curioso. Se vedo una scatola, devo assolutamente scoprirne il contenuto. Poi mi piace molto osservare, guardare le cose con attenzione. A volte l’interesse nella ricerca, nello sviluppo vengono meno. Io credo però che sia molto importante. Se sfogli una rivista, puoi trarre ispirazione. Ma sarà sempre la copia di una copia. Mentre io amo l’originalità.

A volte ho fatto cose contro le regole. Non posso dire che incendio i capelli, ma posso dire che li rendo simili al fuoco. La ricerca e la sperimentazione sono sempre state due mie passioni – fin da quando ero un bambino. E la natura è stata sempre la mia principale fonte di ispirazione. Che non vuole dire solo una pianta o un albero. La natura è in qualsiasi cosa.

Avete detto che Angelo verrà anche coinvolto nei processi di Ricerca e Sviluppo. Significa che Goldwell avrà presto una nuova linea colore?  

John: Angelo è molto interessato alle formulazioni e ai prodotti è ha un sacco di idee. E il nostro dipartimento R&S ama questo tipo di ispirazione. Non vedo l’ora di avere Angelo e i nostri folli chimici visionari insieme e aspettare a vedere cosa si inventano. Non sarà necessariamente una nuova gamma di prodotti per la colorazione. Potrebbe anche avere a che fare con lo styling, coi trattamenti, ma anche col colore.  Magari potrebbe essere un modo completamente nuovo e diverso di usare prodotti già esistenti, qualcosa alla quale ancora non avevamo pensato. Vogliamo che entri in connessione non solo con il nostro team di R&S in Germania, ma anche con quello di Tokio.

Il punto non è ciò di cui sarà responsabile, ma quello che possiamo prendere da lui, dalla sua esperienza e dalla sua creatività.

Angelo Seminara e John Moroney

Farai formazione anche agli altri hairstylist?

Angelo: Credo che il mio ruolo sarà un po’ diverso. Goldwell ha già un numero consistente di artisti eccezionali. C’è un team predisposto proprio per questo, ma magari lavorerò a stretto contatto con loro, per ispirarli, per condividere idee.

Qual è il tuo colore preferito per il 2020?

Angelo: Oh, ho una lunga lista a riguardo. Mi piace l’idea di mischiare colori caldi e freddi insieme. E amo anche i colori tridimensionali. È proprio questo a cui stiamo lavorando.

Se fossi proprietario di un salone, anziché una testa completamente arancione, preferirei un tocco di colore. In generale ciò che bisogna comprendere è che i capelli contengono melanina. Bisogna tenere questo bene a mente quando si mescolano i colori. E quando di parla di colore bisogna anche parlare di styling perché si completano a vicenda. Poi c’è un’altra cosa: alle persone ultimamente piace vedere capelli un po’ più corposi, meno scalati. Gli acconciatori oggi sono molto avantgarde con le scalature, le rasature, i doppi tagli, tutto su una sola testa.

- Pubblicità -

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Barex Italiana lancia Joc Care: 100% Vegan

Una linea consapevole che si fa stile di vita. Joc Care di Barex Italiana unisce la bellezza al consumo autentico e socialmente...

Newsletter Estetica.it

Ricevi le migliori notizie prima degli altri, compila e iscriviti gratis!

Cerca su Estetica.it

257,831FansMi piace
239,694FollowerSegui
5,413FollowerSegui
2,805FollowerSegui

Ultime novità