14 Giugno 2024

Cresce ancora il desiderio del parrucchiere (ma permane la percezione di insicurezza)

Pubblicità

Secondo l'ultima rilevazione SWG sui comportamenti dei consumatori, nella settimana in corso il bisogno di entrare da un parrucchiere o di andare dall'estetista sale di 10 punti percentuali.


Solo il piacere di una 'cena in un ristorante all'aperto' contende la leadership di questa speciale 'classifica dei desideri'. Staccati di 20 punti invece quelli successivi: visita ad un centro commerciale o uno spettacolo al cinema e al teatro (purché in un luogo all'aperto). In fondo alla 'wish list' troviamo invece i viaggi (in treno o aereo), palestre, centri sportivi e stadi.

In netta controtendenza invece la 'percezione di sicurezza' che i consumatori sembrano provare verso i saloni d'acconciatura e i centri estetici. Per un italiano su due permane ancora un 'area di insicurezza'. Paragonabile a quella di 'spostarsi da una regione all'altra' o di 'svolgere una pratica in un ufficio pubblico'.

Infine, chi entra in un negozio sembra preferire quelli di piccola dimensione rispetto a quelli più grandi.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Newsletter Estetica.it

Ricevi le migliori notizie prima degli altri, compila e iscriviti gratis!

Cerca su Estetica.it

0FollowerSegui
0FollowerSegui
0FollowerSegui

Ultime Novità

Alla ricerca del riccio perfetto con Roverhair

I capelli ricci sono un elemento per valorizzare la propria personalità. Un concetto al quale il mondo della bellezza si ispira per poter rappresentare e celebrare...

Acconciature Bouffant: il grande fascino della cotonatura Vintage

L’estate 2024 è all’insegna del super volume. Lo styling Bouffant è sempre più trendy, vero e proprio omaggio alle cotonature Vintage degli anni ‘60/’70 Le...

Texan Hair: il fascino “esagerato” dei capelli stile Country

Minimalismo addio. Lanciato da Beyoncé agli ultimi Super Bowl, i capelli country tornano alla grande, vero e proprio omaggio agli anni Settanta. È il vezzo...
Pubblicità
Pubblicità