17 Luglio 2024

Capelli dirty Blonde: il biondo… impuro

Spopolano tra le celebrities i capelli dirty blonde, variante “sporche” del biondo classico. E tra le pagine di Instagram è tra i blend più amati di questa primavera. 


La regina della coda (extra)lunga, per l’Oscar party di Vanity Fair si è presentata qualche settimana fa con questa acconciatura Hollywood Waves, interpretata con capelli dirty Blonde. Che dire, il classico platino è stato spodestato dalla novità di queste ultime settimane… e anche la più glamour delle acconciature si sposa benissimo con questa variante dirty a base castana con qualche ramatura.

 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da �� (@bellahadid) in data: Mar 25, 2019 at 11:16 PDT

È lei la regina dei capelli dirty blonde, la top più lanciata del momento, Bella Hadid. Perché se è vero che non esistono più le mezze stagioni, di certo ci sono ancora le vie di mezzo nelle tinte. Questi capelli dirty blonde sono l’archetipo del pantone più cool del momento: la mezza strada tra il biondo e il castano (con qualche fuoriuscita rosso rame). Su Instagram Bella Hadid ha postato un commento accanto a ai suoi capelli dirty blonde: ritorno alle origini.

E a proposito del social più fashion, ecco altri esempi di capelli dirty blonde. Questo blend ha sfumature molto diverse da quelle scelte da J.Lo e Bella Hadid. Innanzitutto per le striature di colore, molto più evidenti in questo caso. E poi per l’accostamento del colore di fondo, un castano scuro, e la superficie biondo platino.

Finora soltanto hairstyle lunghi, ma i capelli dirty Blonde si accompagnano alla perfezione anche con tagli medi come il glorioso wavy bob, il caschetto medio ondulato. Questo blend ricorda molto i celebri “colpi di sole” che imperversavano negli anni Ottanta, anche se la tinta più chiara in questo caso ha una morbidezza bionda piuttosto inconsueta.

I capelli dirty blonde sono sinonimo di luce armoniosa. Si tratta di una tinta molto semplice da gestire, e in più nasconde i primi capelli bianchi come pochi altri shatush sanno fare. Definire le nuance che raccoglie il dirty blonde non è semplice, ma sicuramente la tendenza si basa su un biondo più caldo, con sfumature caramellate e quasi sempre un tocco ramato. Tecnicamente si ottiene con sfumature verticali di due o tre colori molto simili, senza profondità eccessive.

Lo styling migliore per valorizzare i capelli dirty blonde è quello delle beach waves, ma con un boccolo molto ampio. Mai onde troppo strette e definite. Il segreto per dare la sfumatura dorata e luminosa è un prodotto lucidante in grado di riflettere al meglio le diverse sfumature di colore che compongono le singole ciocche.

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Newsletter Estetica.it

Ricevi le migliori notizie prima degli altri, compila e iscriviti gratis!

Cerca su Estetica.it

0FollowerSegui
0FollowerSegui
0FollowerSegui

Ultime Novità

Collezione Neuro® by Paul Mitchell. Tre nuovi strumenti che garantiscono capelli luminosi e privi di crespo

La nostra nuova collezione Neuro®+ propone design più eleganti e moderni uniti alla innovativa tecnologia NeutraHeat™️. Tre nuovi strumenti creano splendidi risultati dall’aspetto sano...

Tendenze Bob estate 2024: i caschetti più cool

Camaleontico, multiforme, eclettico. Il caschetto è il taglio più versatile di tutti, e anche quello più amato. Vediamo le tendenze bob più trendy per...

Maxima Professional lancia Hair Toner Plex, la colorazione acida demi-permanente tono su tono

Una gamma di 15 nuance formulata con Plex Technology, acido ialuronico e ceramidi da girasole che, colore dopo colore, rende i capelli più forti,...
Articolo precedente
Articolo successivo
Pubblicità
Pubblicità