TOFW18: ancora un successo

di Laura Castelli

Grande affermazione anche per la terza edizione della settimana della moda torinese, con 3500 persone per 80 stilisti. Focus Sud Africa e Cina. E la Modest Fashion si conferma.


Presso la Ex Borsa Valori, nel cuore della città, la TOFW 2018 è entrata di diritto nella lista della fashion week più accreditate, puntando ancora una volta sull’internazionalità e gli stilisti emergenti.

“Lo scorso anno abbiamo dato il via alla nostra vocazione internazionale inaugurando la collaborazione con l’Islamic Fashion and Design Council – racconta ad Estetica Luigi Silvestro, hairstylist torinese fondatore insieme a Claudio Azzolini dell’associazione TV Moda, organizzatrice dell’evento con il patrocinio della Città di Torino. Quest’anno abbiamo voluto fortemente inserire anche il segmento dedicato al Sud Africa e alla Cina”.

“Una scelta vincente, premiata con la presenza di oltre 3500 persone alle 8 catwalks session realizzate dagli 80 stilisti provenienti anche dall’America, Asia, Europa e naturalmente dall’Italia, in particolare da Torino”. Da sempre infatti la TOFW punta all’eccellenza, aprendosi a collaborazioni con stilisti top ma ancora emergenti, perché più conosciuti a livello locale o perché impegnati al servizio di altri brand. Ed è il motivo per cui abbiamo scelto di chiudere l’evento Lorenzo Ferrarotto, appena diciassettenne”.

Accanto a Luigi Silvestro, direttore artistico della manifestazione, impegnati nel backstage gli hairstylist Wella, con il brand Sebastian da sempre sinonimo di creatività e passione per la moda. La difficoltà maggiore nei fashion backstage? “Nessuna, risponde Cinzia D’Errico, da sempre in prima linea dietro le quinte, basta avere tanta passione ed esperienza”. “Gli abiti africani per loro natura richiedono maggior tempo per il fitting – spiega Luigi – la vera lotta in questo caso è stata contro il tempo: un lavoro febbrile, assolutamente vincente grazie al team agguerrito e all’ottimo clima di collaborazione!”.

In ultimo, a Luigi Silvestro chiediamo tre aggettivi per definire il suo stato d’animo a conclusione dell’evento: “Stanco ma felicissimo. E già al lavoro per la quarta edizione!”.

- Pubblicità -

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Articolo precedentePastel Nature
Articolo successivoVitality’s goes to Baleari
\>").insertAfter("blockquote.instagram-media");});