28 Ottobre 2021

#redattorixungiorno: il colore

Un tuffo dentro il colore, ovvero cosa desiderano e cosa si aspettano gli hairstylist da questo servizio oggi. A raccontarlo sono gli stessi acconciatori grazie all'iniziativa #redattorixungiorno firmata Estetica.


Il servizio in salone per antonomasia. Come afferma Filippo Sepe nella prefazione al libro  Colorimetria applicata, scritto da Claudio Terribile per Edizioni Nuova Prhomos: “Tradizionalmente la colorazione è tra le prestazioni più richieste nei saloni e la maggiore fonte di reddito […] Questa tendenza se possibile è ancora più marcata negli ultimi anni grazie sostanzialmente a tre ordini di motivi: un progressivo invecchiamento della popolazione che ricorre più spesso e in misura maggiore alla colorazione, l'accesso al mondo della colorazione degli uomini in maniera massiccia e la tendenza ad abbinare taglio e colore. […] In questo scenario possiamo tranquillamente affermare che sussistono le condizioni per potere fare bene e aumentare i profitti della nostre aziende soprattutto con la colorazione” .

Questa premessa ben sintetizza l'importanza che la colorazione riveste sia per gli acconciatori sia per i clienti. E grazie all'aiuto dei nostri #redattorixungiorno possiamo disegnare un quadro preciso delle opinioni degli hairstylist riguardo desideri e aspettative in questo segmento.

Naturale vs crazy colors

Sono le due macrotendenze del momento, che vogliono soddisfare due esigenze diverse. Se i crazy colors si propongono come soluzione moda che cambia al cambiare delle stagioni, per regalare look  d'impatto e dal mood leggero, il filone naturale risponde all'esigenza di un ideale di bellezza autentico, che trova nel rispetto per l'ambiente e nelle tonalità realistiche i suoi riferimenti. Un trend che trova sempre più clienti interessate, come riscontrano gli acconciatori. “Ricerca e sviluppo sul colore – dichiara Maria Rosa Fazzari, titolare del salone Hair a Reggio Calabria – dovrebbe orientarsi sempre più al naturale e alla cura del capello”. Dello stesso avviso è Giuseppe Formisano, titolare del salone omonimo Formisano & Co di Cirié: “Sono contento perché quest'anno alcune aziende stanno affrontando con successo la questione del naturale, sempre più richiesto dalle clienti, che in questo modo si avvicinano sempre di più al mondo del colore”.

Le caratteristiche più richieste

“Che cosa vorresti da un prodotto colore?” è la domanda che abbiamo fatto ai nostri #redattorixungiorno. Le risposte hanno spaziato in tante direzioni. Pina Benigno di Torino mette l'accento su coprenza e tempi ridotti di posa. A cui Vanda Garfagnini di Carrara aggiunge anche lucentezza e tonalità. Maria Carminio della provincia di Palermo ribadisce l'importanza di  illuminazione, ricostruzione capillare e performance.

Il colore del futuro

Le aspettative sulla colorazione sono e rimangono tante, dunque. L'umore generale degli acconciatori è positivo, dimostrano una buona fiducia nella ricerca e nei suoi risultati. “Sicuramente questo tipo di prodotto continuerà a crescere perché tecniche e strumenti continueranno a evolvere” sostiene Stefania Ortelli di Varese. Con lei concorda Daniela Morettin di San Giorgio di Nogaro in provincia di Udine: “La ricerca sta facendo molto e per tante cose siamo sulla buona strada”. Anche Anna La Vella di Sulmona è convinta che “faranno ancora grandi passi”. Insomma, il colore si dimostra un servizio ricco di tante risorse ancora, capace di grandi performance nel presente e soprattutto nel futuro.

- Pubblicità -

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Newsletter Estetica.it

Ricevi le migliori notizie prima degli altri, compila e iscriviti gratis!

Cerca su Estetica.it

257,654FansMi piace
239,694FollowerSegui
6,938FollowerSegui
2,812FollowerSegui

Ultime novità

Articolo precedenteNouveau
Articolo successivoShampoo Sacha