Aveda si conferma Hair & Make-up Partner per Altaroma

Aveda ancora protagonista di Altaroma, la manifestazione dedicata allo scouting e alla promozione dei talenti emergenti e dei valori del Made in Italy che si è svolta al Guido Reni District di Roma dal 25 al 28 gennaio.


Quaranta i professionisti impegnati per quattro giorni e coordinati da Cristiano Leuzzi per Aveda, founder e art director del gruppo Passion 4 Fashion. A lui abbiamo chiesto che cosa vuol dire partecipare a un evento simile, dal punto di vista professionale, ma anche emotivo.

“Questo è il quarto anno che seguiamo Altaroma in esclusiva. È un progetto molto bello, divertente, faticoso e impegnativo. Però di grande soddisfazione” ci ha raccontato. “Prima di cominciare un evento simile ad Altaroma che vede la preparazione di moltissime modelle (noi quest’anno avevamo in calendario più di 16 sfilate) c’è bisogno di grande organizzazione. L’importanza sta nel gioco di squadra, che è fondamentale per la riuscita”.

Naturalmente, il lavoro comincia molto prima dell’evento, ci ha spiegato: “si parla con i designer, si stabiliscono insieme le linee guida. Il protagonista è l’abito, i capelli devono essere un accessorio non troppo ‘invadente’, e deve seguire il mood del designer. Un accessorio che deve completare un immagine in cui lo stilista si deve identificare”.

Lavorare con ogni stilista è diverso, continua Cristiano “ci sono designer più morbidi, più liberi e più chiusi. L’importanza sta nella consulenza e nel supporto dato dagli operatori di settore. Nel nostro caso, Ramona Malaguti per Passion 4 Fashion in collaborazione con Aveda, si è occupata di tutta l’organizzazione e la gestione delle sfilate. Abbiamo fatto una squadra di circa 20 hairstylist e altrettanti makeup artist. Un bellissimo gruppo di 40 professionisti, il cui denominatore comune è l’ispirazione che si prende giorno per giorno dalle persone, dalle modelle, dai designer”.

Cosa non deve mai mancare per la riuscita del lavoro? “Il sorriso sulle labbra e la voglia di fare e di migliorare. È un lavoro duro, perché gli orari sono molto serrati: si lavora da prima delle 7 del mattino fino alle 11 di sera, ma quando poi si vedono sfilare le modelle e si sentono gli applausi del pubblico è una grande soddisfazione perché si fa parte di un sistema e dietro ogni modella che sfila c’è il designer, ma ci sono anche i capelli e il makeup, e principalmente c’è la passione che ognuno di noi mette in quello che fa”.

Il programma

Giovedì 25 gennaio, gli hairstylists hanno lavorato in tre diversi backstage. Il primo è stato il brand Minimal To, fondato da Elisa Mazza con Danila Olivieri e Stefano Sberze. Per completare i tagli, le sovrapposizioni geometriche e le asimmetrie degli abiti, gli acconciatori hanno realizzato code basse con riga centrale, bob lisci e un makeup red oriented anche per lo sguardo. Le proposte del giovanissimo Filippo Laterza, ispirate all’Opera di Pechino, sono state completate con copricapi orientaleggianti e makeup accesi che ne hanno arricchito i look. Rossetti dark e wet look air, invece, per Act n°1, il brand fondato da Luca Lin e Galib Gasanov, con la sfilata Show n° 0.

Venerdì 26 la giornata è cominciata con hair & makeup per la collezione AI 2018/2019 di Soocha, ovvero la designer e artista coreana che vive in Italia Soojung Cha. Capelli boho-chic con mini trecce e trucco minimal. Trecce impreziosite da fermagli protagoniste dell’hairstyling e makeup con labbra in tutte le sfumature del rosso per la sfilata di Narguess Hatami, Finalista Who Is On Next? Donna 2016 e anima creativa della Miahatami.

Coda bassa con riga laterale, per un hairstyle essenziale ed elegante e trucco impalpabile per Animali Fantastici, la sfilata di Moi Multiple, il brand della designer Anna Francesca Ceccon fondato nel 2008. Backstage d’eccezione per la sfilata di Greta Boldini, il brand diretto da Alexander Flagella. Le modelle sono state preparate dapprima nel salone Passion 4 Fashion di via Properzio 39 a Roma, mentre gli ultimi ritocchi sono stati dati alla Coin Excelsior di via Cola di Rienzo, dove si è tenuta la sfilata, per la New Designer At Coin Excelsior 7th Edition. Eleganza senza tempo con spunti in stile Matrix per hair & makeup.

Giornata dedicata ai giovani quella di sabato 27 da parte dei professionisti Aveda. Il primo stilista seguito è stato Marco Rambaldi, bolognese classe 90 finalista del concorso “Who Is On Next?” nel 2017. Colori accesi per il makeup e capelli sciolti a esaltare lo stile di ciascuna modella.

Ancora più giovane lo stilista Davide Grillo (classe 1993), con proposte total nude look per il make-up che si sposano alla perfezione con l’attitude iper easy dei capelli. La stilista britannica Sadie Clayton portata dal Dipartimento per il Commercio Internazionale nella sua prima partecipazione ad Altaroma, ha dedicato la sfilata al tema della diversità e portato in passerella dalle modelle “diverse” per taglia, abilità, etnia ed età.

Per la giornata di chiusura di Altaroma, i professionisti Aveda hanno cominciato la giornata occupandosi di hair & makeup nella sfilata della fashion designer Marianna Cimini. Wet look protagonista con inflessioni orientali per gli accessori. Per il Portugal Fashion / Bloom – Collective Show che ha visto in passerella le creazioni di David Catalán, Inês Torcato e Nycole sono stati realizzati proposte maschili all’insegna dell’eclettismo e femminilità in senso urban. Un tributo all’attrice Maria Felix, icona dell’età d’oro del cinema Messicano, questo il tema della sfilata di Taller Marmo, brand di abbigliamento pret-a-porter fondato nel 2013 da Riccardo Audisio e Yago Goicoechea. Focus sull’accessorio capelli: turbanti, foulard o bandane coloratissimi e up-to-date. Anche la sfilata di chiusura della manifestazione ha visto in campo i professionisti Aveda. Per Francesco Scognamiglio capelli wet, lucidi e iper sexy in perfetta sintonia con le proposte di stile high voltage.

- Pubblicità -

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

\>").insertAfter("blockquote.instagram-media");});