3 Dicembre 2021

Gruppi Wella. Anteprima moda P/E 2017

La seconda giornata di “Collection Show 2017. Color Contouring” by Wella Professionals ha celebrato i Gruppi Wella. Con finale in grande stile affidato alla forza scenica di Christophe-Nicolas Biot.


Show no-stop. In due giornate Wella Professionals è riuscita a mettere insieme oltre 10 ore di show in pedana, catturando la presenza e l'attenzione continua – impresa non facile – di più di 6 mila parrucchieri sugli spalti dell'Unipol Arena di Bologna. L'evento “Collection Show 2017. Color Contouring” ha fatto il tutto esaurito, ha celebrato il colore e ha portato in pedana gli stilisti top (italiani e non) e i Gruppi.

Simone Galante, franchise leader Coty Professional Beauty, ha introdotto i Gruppi che hanno portato all'attenzione del pubblico la loro interpretazione della Collezione primavera/estate 2017. Una occasione per vedere la moda in anteprima da vicino ma anche per immergersi nei risultati dei percorsi formativi e creativi che coinvolgono i 4 Gruppi.

Tanti anche i momenti di divertimento e convivialità. Oltre a Rudy Zerbi, Giorgia Palmas e Jo Squillo, si sono alternati tra backstage, palco e “salotto”, Vittorio Brumotti, Melissa Satta, Raphael Gualazzi, Gabriele Cirilli, Eleonora Barolo. Mentre Mario Biondi aveva concluso la serata di Gala della domenica che si è svolta in un intero padiglione della fiera di Bologna.

On stage anche Claudio Mengoni, fondatore del gruppo di formazione Joelle e del Metodo Degradé, che ha ricevuto da Luca Moscon, vice president key account Coty Professional Beauty, il riconoscimento alla carriera.

On stage anche Manuel Sunda che ha vinto l'International Trend Vision Award 2017 a Barcellona nella categoria Creative Vision, e che a Bologna ha presentato nuove proposte e ha parlato di optical illusion: sogni che prendono forma nei capelli e nelle acconciature.

SHOW. ANTEPRIMA PRIMAVERA/ESTATE

Spazio poi agli show. Che, come abbiamo detto, hanno portato sul palco la primavera/estate 2017. I principi del contouring giocano su una palette di nuance di tendenza: grande protagonista sarà il rosa: dai cipria più morbidi e sofisticati ai Terra di Siena e ai cherry più seducenti, fino al viola erica. Il giallo sarà un must-have dell’estate, nelle tonalità più naturali del grano, del senape o in quelle più brillanti del lime. Il castano oserà toni blu petrolio o il purissimo nero vulcanico. Infine, il passepartout sarà il sabbia, naturalmente raffinato nelle nuove sfumature dei glamour beige, ideali per ricreare effetti tono su tono morbidi e delicati.

L'eleganza, lo stile, la raffinatezza di James Longagnani ci hanno regalato la prima performance creativa. Una certezza quella di James sul palco che sa offrire sempre magia ed eleganza. E sul prossimo Trend Vision (James segue tutto il percorso education dei giovani per questo evento internazionale, nda) ha detto: “Giovani, non esitate a mettere in mostra il vostro talento. Sarà difficile raggiungere di nuovo il platino, ma noi andiamo per vincere”.

Davide Diodovich ha presentato quadri modacapelli ispirati alla naturalezza, alla bellezza pura e primitiva. Come ha raccontato, “ho cercato di lavorare su ogni modella, personalizzando al massimo il concetto di stile e di colore”. Da lui un inno alla semplicità, anche nel colore: “Dobbiamo illuminare il volto della donna con colori lievi”.

L'energia si è sprigionata dalla proposte di ArtHairStudios, capitanato dal direttore creativo Maurizio Contato. Nei lavori on stage è emersa la forza della ricerca costante che contraddistingue questo gruppo storico. Energia, passione, forza.

The Best Club – e il suo direttore artistico Toni Pellegrino – ha puntato tutta sulla personalizzazione, lavorando al massimo sul concetto di Color Contouring. Forza innovativa e studio nei lavori offerti al pubblico dell'Unipol Arena di Bologna.

Stefano Milani, direttore creativo Mitù, ha saputo regalare momenti di vera coiffure. Da lui una vera diversificazione di proposte moda: da quelle più glamour e sofisticate e quelle rigorose, fino a quelle più naturali. Un gran bel lavoro sui volumi e sulle forme. E ovviamente, sul colore. Ottima la tecnica.

Finale con i fuochi d'artificio con un Christophe Nicolas-Biot in forma strepitosa. Direttore creativo del gruppo So Glam, Biot ha conquistato i 6 mila sugli spalti con la sua incontestabile e incontenibile presenza scenica. Tra musiche di grande fascino, scenografia video di uguale impatto., Biot ha cavalcato le tendenze in una affascinante reinterpretazione degli anni Venti.

- Pubblicità -

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Newsletter Estetica.it

Ricevi le migliori notizie prima degli altri, compila e iscriviti gratis!

Cerca su Estetica.it

257,654FansMi piace
239,694FollowerSegui
7,043FollowerSegui
2,812FollowerSegui

Ultime novità

Articolo precedenteBrilliant
Articolo successivoPolverini Fashion Seminar Show 2017