24 Settembre 2021

Gabreau & Fodera

Intervista a Christophe Gabreau e Salvatore Fodera. Nel 2015 è stata siglata una partnership importante nella storia delle competizioni: tra OMC e MCB by Beauté Sélection.


Salvatore Fodera, presidente mondiale di OMC, e Christophe Gabreau, presidente di Standing Events, società co-organizzatrice, con Unec, di MCB by Beauté Sélection, hanno risposto alle nostre domande a distanza a poche settimane dal prossimo appuntamento di settembre.

Christophe Gabreau

Presidente di Standing Events, Christophe Gabreau è a capo dei saloni Beauté Sélection, che ha acquisito nel 2010. Nel 2014 rafforza la sua posizione nel settore della bellezza firmando con l’Unec la co-gestione di MCB, che ha assunto da allora il nome di MCB by Beauté Sélection, passando così dalla dimensione regionale a quella nazionale. Con questa nuova partnership di 5 anni con OMC, ha valicato le frontiere internazionali.

Che impatto ha avuto questa partnership con OMC sulla fiera?
Questo contratto quinquennale con OMC è qualcosa di inedito. Oltre ai Campionati Europei, ospiteremo anche due Campionati del Mondo, uno dopo l'altro. Questo legittima la posizione centrale di MCB by Beauté Sélection, e rimette Parigi sotto i riflettori. MCB by Beauté Sélection è ormai identificato dal settore come una fiera di respiro internazionale. Nel 2015 abbiamo ricevuto un pubblico composto da ben 68 nazionalità differenti.

C’erano centri di formazione stranieri venuti in “viaggio di studio” per conoscere l'evento, i campionati e visitare altri luoghi. Erano anche presenti scuole di Paesi limitrofi. Per quanto riguarda gli espositori, l’impatto è stato molto positivo, con una forte crescita dei Paesi rappresentati. Dai 14 Paesi del 2015, passeremo a più di 20 nel 2016. Con, fra gli altri, un “isolotto” cinese di 100 mq e la presenza di brand da Polonia, Estonia, Canada, Russia e Costa d’Avorio. Queste richieste spontanee sono state la conseguenza naturale dell’impatto che oggi ha MCB by BS. Dai 220 espositori del 2015, passeremo a 250 per quest’ edizione, con un aumento del 20%.

Quali saranno le novità per quanto riguarda l’organizzazione?
Il circuito dei visitatori è stato completamente ripensato: si entrerà dal pianterreno, dalla Hall 5.1 che accoglierà la cosmetica, la stampa e le istituzioni su 6000 mq. Il primo piano si dividerà fra spazi business, coiffure ed estetica, mentre la Hall 5.3 raggrupperà lo shopping hair & beauty ed anche il palco dei Campionati d’Europa. Gli show si terranno di nuovo nella Hall 8 e lo spazio riservato ai campionati sarà molto più visibile e segnalato.

OMC attende 40 delegazioni e più di 100 concorrenti. Queste cifre dimostrano il grande impatto della fiera sul concorso stesso: questa partnership è un rapporto tra vincenti. Sulla falsariga delle fashion week, avete lanciato la Hair&Beauty Week.

Quali sono i vostri obiettivi?
L’ evento Hair&Beauty è stato creato nel 2015 con l’idea d’incoraggiare i professionisti di tutto il mondo a venire a Parigi. Questa settimana deve servire a veicolare un’informazione professionale di stampo nuovo, sia all’interno del settore sia verso il grande pubblico. Hair&Beauty si posiziona in una logica di inclusione e apertura su tutto il settore della bellezza, di cui MCB by BS è un vettore forte, ma non è il solo.

I centri di formazione, i franchising, le aziende, tutti devono impegnarsi per creare una nuova connessione fra l’universo dei professionisti e i consumatori. Suscitare il loro interesse significa anche guidarli verso scelte migliori e una maggiore necessità di rivolgersi a professionisti.

Quali saranno le grandi tendenze che emergeranno da questa edizione 2016?
In questa nuova edizione vedo tre tendenze forti. La prima, ben presente già da qualche anno, è l’offerta beauty globale. Sempre di più i brand vogliono proporre, a fianco dei prodotti storici, anche servizi correlati per dare un’ offerta più trasversale. Il secondo elemento è l’interesse sempre più forte per la salute dei professionisti: dall’attenzione per l’ergonomia dei tools ai pro-dotti specificamente dedicati ai trattamenti dei professionisti. E chiaramente, il terzo aspetto che continua a progredire è, senza alcun dubbio, il segmento dedicato alla cosmetica maschile.

Salvatore Fodera

Salvatore Fodera, presidente Mondiale OMC dal 2004, ha attinto i valoridell’organizzazione dalla sua esperienza personale di campione del mondo pluripremiato. Presidente attento, è anche un grande imprenditore a capo di un’azienda che porta il suo nome, con sede nel prestigioso St. Regis Hotel di New York.

OMC compie 70 anni, come Estetica; quale sarà l’evoluzione della coiffure?
L’universo della coiffure non smette di evolversi. Questo grazie alla passione e al talento delle persone che lavorano perché continui a rinnovarsi e delle aziende che lanciano nuove tecnologie e nuovi strumenti per far sì che ciascun parrucchiere possa perfezionarsi, aumentando così il livello di qualità del settore. Senza rinunciare, però, ai valori del passato. Il futuro della nostra professione dipende dai giovani che stanno iniziando la loro carriera. Dobbiamo motivarli, incoraggiarli e offrire loro degli esempi da seguire per stimolarli nella loro carriera.

OMC ha portato la competizione all’eccellenza. Quali sono i segreti del suo successo?
Il successo di OMC dipende da vari fattori. Innanzitutto, la nostra organizzazione raggruppa, dal 1946, più di 2 milioni di membri coinvolti nelle federazioni, ai quattro angoli del pianeta. Dal 2004, ovvero da quando occupo la funzione di presidente mondiale, il mio scopo è stato quello di elevare il livello generale dei parrucchieri e di organizzare competizioni di qualità in tutto il mondo. Un altro aspetto importantissimo è la passione. È la passione che anima tutti noi, formatori, concorrenti, “allenatori” e giurati. Insomma, tutta la grande famiglia dell’OMC.

Lei stesso è stato un pluripremiato campione del mondo della coiffure, nonché un grande imprenditore… quali sono le qualità importanti per un giovane che vuole raggiungere il successo?
La mia visione del successo si riassume in 6 P: Passione, Pazienza, Perseveranza, Pianificazione, Pari, Party. La passione è al centro di tutto, perché è la motivazione che spinge a migliorarsi continuamente. Deve, però, essere accompagnata dalla pazienza, una virtù importante per costruire la propria carriera. La perseveranza non deve mancare, per non mollare mai.

Costruire una carriera dipende sempre da una pianificazione a lungo termine, con obiettivi a breve termine. È meglio fare le scale un gradino alla volta, che fare passi troppo lunghi che potrebbero portare al fallimento. Far parte di un gruppo e prendere ispirazione dai propri pari è anche molto importante per crescere. Senza dimenticare di divertirsi. Party sì… ma con moderazione!

Si avvicinano i Campionati d’Europa. Che messaggio si può rivolgere al pubblico che accorrerà numeroso il prossimo settembre?
I campionati permettono di creare un legame tra ispirazione e conoscenza, qualsiasi sia il livello. In Corea, ad esempio, abbiamo avuto molte competizioni dedicate agli apprendisti parrucchieri e barbieri. Abbiamo anche lanciato il Master Stylist Award, per gli over 50 che vogliono gareggiare per il semplice piacere di farlo o per una buona causa.

La nostra World Cup può essere paragonata alle Olimpiadi. I migliori parrucchieri di ciascun Paese si ritrovano in una competizione mondiale per vincere il titolo più importante del settore. La nostra partnership con MCB by Beauté Sélection è eccezionale e va a beneficio di tutti i professionisti. Vi aspettiamo a Parigi, a settembre!

- Pubblicità -

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Newsletter Estetica.it

Ricevi le migliori notizie prima degli altri, compila e iscriviti gratis!

Cerca su Estetica.it

257,654FansMi piace
239,694FollowerSegui
6,836FollowerSegui
2,812FollowerSegui

Ultime novità

Articolo precedentePolverini Academy: Rebellion
Articolo successivoScintille