19 Settembre 2021

Styling: è matt effect

Opaco, materico, “vissuto”. Sulle passerelle di questa stagione lo hanno presentato, fra gli altri, Bottega Veneta, Gucci, Topshop Unique.


James Longagnani per Wella
“Uno stile – dice il noto hairstylist emiliano James Longagnani, partner Wella – che nei backstage moda e sulle pedane education realizziamo da tempo, ma in salone è da considerarsi d’avanguardia e impegnativo”.

A quali tagli si adatta?
Ai capelli corti e medi, mentre sul lungo può assumere un aspetto troppo rocchettaro. Bello sui raccolti, ‘sporcati’ e resi leggermente vetrosi dalla cera.

Quali le donne a cui proporlo?
Le giovanissime e le clienti che seguono la moda e hanno voglia di cambiare. Una cosa è certa: per valorizzare il taglio e le sue asimmetrie anche senza ricorrere al brushing, il matt effect è il massimo.

Riproducibilità a casa?
Sconsigliata per la donna in carriera, che deve essere sempre perfetta e non può permettersi di sbagliare look.

Federica Trerè per Itely Hairfashion
Più possibilista Federica Trerè, artistic director di Itely Hairfashion e proprietaria del salone Federica Parrucchieri di Lugo di Romagna (RA): “La nuova tendenza è non avere regole: libertà di espressione, desiderio di abbandonare confini troppo statici per creare uno stile easy e contemporaneo. Parola d’ordine: leggerezza”.

Quali le clienti che in salone richiedono un look matt?
Chi vuole essere décoiffé ma elegante. Certo i volumi cambiano di donna in donna, perché ognuna ha il suo messy-chic!.

Mauro Galzignato per Kemon
“L'influenza delle passerelle – quest’anno ricche di disconnessioni di tessitura, con ponytail super-lucide sulla parte raccolta e super-opache sulla parte sciolta, ma anche con onde e ricci opacizzati – si fa sentire nella quotidianità. Ed ecco che ci viene sempre più richiesto l'effetto 'vissuto', sia per il corto sia per le chiome lunghe”.

A parlare è Mauro Galzignato, direttore artistico di The Italian Touch Kemon e creatore in Veneto del gruppo di saloni Rock&Roll Hair. “Personalmente credo che il top sia l'effetto 'onda opaca', movimento blando messo in risalto da texture matt e materiche. Ma anche il taglio corto vive di carattere diverso se così enfatizzato”.

- Pubblicità -

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Newsletter Estetica.it

Ricevi le migliori notizie prima degli altri, compila e iscriviti gratis!

Cerca su Estetica.it

257,654FansMi piace
239,694FollowerSegui
6,820FollowerSegui
2,812FollowerSegui

Ultime novità