19 Settembre 2021

Studiò Parrucchieri. Opera Prima

La collezione Autunno/Inverno di Studiò Parrucchieri porta il titolo di Opera Prima. Si ispira alla Carmen. Abbiamo intervistato Cristina Calleri, responsabile comunicazione e relazioni esterne.


Come nasce una collezione?
Attraverso un'approfondita ricerca stilistica e un approccio multidisciplinare che include arte, letteratura, cinema e musica. In Opera Prima abbiamo voluto unire le ultime tendenze moda – che quest'anno si ispirano al gipsy – alla commedia dell'arte e del melodramma. La Carmen è una storia d'amore che tocca i più alti vertici della drammaticità e prima di proporla come collezione ai nostri franchisee ho letto personalmente tutta l'opera.

Quanto conta il consiglio del fotografo nella realizzazione di un servizio fotografico?
L'ispirazione moda nasce e viene proposta dai cinque soci fondatori del gruppo – Rita, Riccardo, Mariangela, Gregory e Rikos – e sviluppata con l'aiuto del team artistico, ma un ruolo importante per quanto riguarda la realizzazione tecnica del servizio fotografico lo riveste sicuramente il fotografo. “Per Opera Prima abbiamo deciso di trasformare ogni atto in un set fotografico e di concentrare la storia su due personaggi principali: Carmen e Don José, che nella nostra collezione assume sembianze femminili in un intrigante gioco di passionalità e contrasti. E poi c'è il simbolo della rosa, inteso come “bellezza della malinconia”: la rosa, proprio come la donna, è bella non solo durante la formazione del bocciolo ma anche nel massimo della sua fioritura.

Quali i mood della prossima stagione?
Rilanceremo le tendenze anni '70, stile hippie, con coda lunghissima, laterale e bassa, che sarà il nostro fiore all'occhiello. Non mancheranno contaminazione afro con ricci e frisé.

Usate modelle taglio e colore o usate posticci?
Tagliamo e coloriamo sulle modelle usando prodotti L'Oréal Professionnel e dando al taglio la linea che vogliamo.

In che modo l'azienda partner vi sostiene nella realizzazione della collezione moda?
“L'Oréal ci sponsorizza, ci sostiene e ci coinvolge in grandi eventi moda che per noi sono fonte d'ispirazione. Le nostre collezioni nascono nei backstage delle sfilate e dei più ricercati eventi, da Milano Fashion week al Bridal Collection by Enzo Miccio.

Che utilizzano fate delle immagini create?
Le immagini delle collezioni trovano spazio sui book moda distribuiti in tutti i saloni della rete, ma anche ai partecipanti dei corsi di formazione organizzati da L'Oréal Professionnel e diffuse attraverso facebook e il sito internet. I social media permettono al salone di connettersi con i propri clienti nel modo più immediato e un uso appropriato di questo strumento (abbiamo per questo un corso ad hoc) può aiutare a promuovere la propria attività, fidelizzare i clienti e trovarne di nuovi, incrementando i guadagni.

Quali i corsi per diventare hair designer?
Dopo la presentazione della collezioni, sono previste due giornate di Learning by doing per condividere insieme ai 35 saloni in franchising le ispirazioni e le tendenze che stanno alla base della della collection. In questi due incontri si creano e si acquisiscono le nuove tecniche di taglio e colore. Il tutto, nel pieno rispetto della nostra filosofia di lavoro: hair look creati per essere vissuti e non solo ammirati sulle pagine di una rivista!

Credits
Hair: Studiò Parrucchieri
Photo: Monica Schettino
Make-up: Marta Basiglio

- Pubblicità -

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Newsletter Estetica.it

Ricevi le migliori notizie prima degli altri, compila e iscriviti gratis!

Cerca su Estetica.it

257,654FansMi piace
239,694FollowerSegui
6,819FollowerSegui
2,812FollowerSegui

Ultime novità

Articolo precedenteBrillante glossing spray
Articolo successivoUndonity