26 Giugno 2024

James Hair Fashion Club: partnership o franchising?

Fare gruppo e lavorare in team, ma anche formazione e abilità tecniche sotto una formula Club vincente e meno vincolante del franchising.


Su oltre 180 saloni legati al marchio James Hair Fashion Club sono solo 7 quelli in franchising puro, gli altri utilizzano la formula del club. “Sin dalla fondazione del marchio abbiano registrato diverse problematiche legate al franchising, probabilmente perché gli italiani fanno fatica a rapportarsi ad una formula commerciale così vincolante” spiega James Longagnani, stilista partner Wella Professionals.

“Oggi più che mai è vincente l’affiliazione, la partnership. I saloni affiliati al nostro Club hanno a disposizione un pacchetto di servizi simili al franchising ma ognuno mantiene la propria identità: non c’è obbligo d’insegna, né royalties da pagare. La nostra strategia vincente è fare gruppo, lavorare in team e, al tempo stesso, personalizzare il percorso di formazione grazie a seminari e workshop concepiti per rispondere a specifiche esigenze”.

Punto di forza dell’affiliazione è il metodo di taglio James Hair System. “Si tratta di un metodo registrato, made in Italy e molto facile da apprendere. Un metodo di lavoro ormai consolidato che viene messo a disposizione degli affiliati attraverso una ricca scelta di proposte formative multidisciplinari”. Il pacchetto prevede 12 giornate formative – organizzate nelle varie sedi regionali, al James Training Center e nei Wella Studio – congressi annuali e lanci moda.

“Il successo di un salone passa anche attraverso il gruppo. Avere un metodo di lavoro comune, condividere formazione e informazione aiuta a produrre servizi di qualità e quindi a rimanere sul mercato” sottolinea James. A livello di comunicazione, gli affiliati James Hair Fashion Club hanno a disposizione dvd didattici, materiali e strumenti di comunicazione/marketing, poster e magazine ma, come precisa lo stilista, non manca l’attenzione al digitale. “Cerchiamo di usare le nuove tecnologie a 360° con un occhio attento a quello che accade nel mondo. Abbiamo iniziato a percorre la strade di Facebook, Pinterest, Twitter ma dobbiamo ancora lavorarci parecchio: nel nostro gruppo solo il 60% dei saloni utilizza questi strumenti”.

Per quanto riguarda il futuro del franchising/partnership James è cauto: “Sono le grandi multinazionali a fare la differenza, il futuro delle affiliazioni è legato alle loro politiche industriali…”.

Photo credit: Marco La Conte

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Newsletter Estetica.it

Ricevi le migliori notizie prima degli altri, compila e iscriviti gratis!

Cerca su Estetica.it

0FollowerSegui
0FollowerSegui
0FollowerSegui

Ultime Novità

Hair Visual Show: Un concept di formazione professionale sempre più vincente 

Si è conclusa a Milano la terza tappa di Hair Visual Show, l’evento formativo senza barriere promosso da HC Salon e Airtouch Milano, due...

VIDEO HBF – 19/06/24 | WEBINAR: INTELLIGENZA ARTIFICIALE APPLICATA AI SALONI con LUCA PISSIMIGLIA

HAIR BUSINESS FORUM, il nuovo format “manageriale” studiato per i parrucchieri da Estetica Hair, lancia il suo primo webinar dedicato all’intelligenza artificiale nei saloni. Insieme...

Extension versatili e perfette per i look delle celeb: intervista ad Andrea Soriga

Lunghi lunghissimi, colorati o folti come criniere. I look che si possono realizzare con le extension sono tanti e diversissimi. Ecco perché sono molto...
Pubblicità
Pubblicità