24 Febbraio 2024

Compagnia della Bellezza: oltre il franchising

Pubblicità

Una veduta del salone di Renato Gervasi.

Stile italiano, spirito di gruppo ed energia: i franchisée di Compagnia della Bellezza non hanno obbligo di arredamento e di abbigliamento, ma puntano sull’accoglienza.


Compagnia della Bellezza è un marchio che conta in Italia 247 saloni (con quelli all’estero superano i 300), ma la loro idea di rete va oltre il concetto di franchising.

“Siamo sul mercato da 23 anni ma siamo usciti dal tipico format francese di franchising” spiega Renato Gervasi, creatore del brand insieme a Salvo Filetti. “I nostri franchisée non hanno obbligo di arredamento e/o abbigliamento. Noi puntiamo di più sull’accoglienza della diversità: allenare un network di parrucchieri esaltandone i talenti sotto un codice deontologico e professionale unico”.

La mission di Compagnia della Bellezza è essere il marchio numero uno nel prêt-à-coiffeur, testimonial del made in Italy nel mondo. “I nostri punti di forza sono lo stile italiano (morbidezza, dolcezza, eleganza di colori), l’energia e la gioia che mettiamo nel nostro lavoro, lo spirito di gruppo. Siamo gli unici ad avere una formazione sulla persona e un protocollo sull’erogazione dei servizi”.

Il brand – partner L’Oréal Professionnel e Kérastase – offre ai propri affiliati visibilità attraverso compagne pubblicitarie sulle riviste e sui network televisivi. “Anche il web gioca una grande parte ma attenzione ai contenuti: qualsiasi strumento privo di materia e di argomentazioni diventa inefficace. Inoltre, Compagnia della Bellezza offre una serie di unicità come l’agenzia interna di comunicazione e una struttura per gli shooting”.

Un’immagine della collezione “Io cambio”
A/I 2015 @ Compagnia della Bellezza.

Sulla forza dell’affiliazione Renato non lascia spazio a dubbi: “Il singolo individuo, per quanto sia geniale, è infinitamente più modesto e inadeguato di un gruppo. Confrontarsi con se stessi significa avere sempre ragione. Confrontarsi con un gruppo di seicento persone stimola la ricerca, accelera e accende i talenti di ognuno. Il franchising è il futuro dell’acconciatura perché oggi produrre innovazione, sviluppare linee, creare servizi ha un costo enorme e il singolo da solo non ce la può fare”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Newsletter Estetica.it

Ricevi le migliori notizie prima degli altri, compila e iscriviti gratis!

Cerca su Estetica.it

0FollowerSegui
0FollowerSegui
0FollowerSegui

Ultime Novità

Milano Fashion week 2024-2025: 5 hairlook di ispirazione

La fashion week per la stagione AI 2024-2025 è in scena sulle passerelle di Milano. Ecco 5 hairlook cui ispirarsi, selezionati dalla nostra redazione. Dopo...

Zendaya e Timothée Chamalet: tutti gli hairlook delle première di Dune 2

Evento nell’evento, le première intorno al mondo di Dune 2 sono una vetrina su hairlook vibranti per i due protagonisti, Zendaya e Timothée Chalamet. È...

Old Money Bob: il caschetto più trendy è bouncy

Su TikTok non si parla d’altro, per quanto riguarda le tendenze acconciature. Con un’allure Quiet Luxury, l’Old Money Bob sta dominando tra le scelte...
Articolo precedente
Articolo successivo
Pubblicità
Pubblicità