23 Giugno 2024

Wedding Time

Matrimoni: un impegno importante per tutto il mondo che ruota attorno agli sposi. Acconciatori compresi.


Abbiamo raccolto per voi immagini e opinioni di tre stilisti italiani che lavorano abitualmente con le acconciature da sposa. Per Alessia Solidani, testimonial stilistico Kemon, se la decrescita dei matrimoni non si fa sentire nei suoi due saloni romani “il merito – afferma – va in parte alla ‘seconda volta’, che è sempre più frequente. Poi, di sicuro, incide la mia passione per le acconciature raccolte, che ho avuto modo di esprimere anche in numerose sfilate di moda, e la cura che metto nel consigliare lo stile più indicato ad ogni donna. Molto spesso, inoltre, è necessario farle superare insicurezze e paure, creando un’atmosfera di massima serenità”.

Ogni salone ha una sua procedura per gestire il periodo che va dalla prima prova al grande giorno. Lei come si regola?
Inizio intervistando la cliente anche su argomenti personali per conoscerne temperamento, gusti, desideri. Dopo aver visto una fotografia del vestito, parto subito con l’esecuzione di tre diverse proposte che rispondano al suo stile: dalla più semplice (magari un semi raccolto) alla più strutturata. Il risultato definitivo potrà poi essere un mix delle tre. L’acconciatura è come l’abito: va provata e riprovata per vedere se sta davvero bene.

Capelli corti: come farli diventare “bridal”?
Innanzitutto bisogna ricordare che generalmente la donna con i capelli corti ha una personalità molto precisa e vuole rimanere se stessa anche il giorno del matrimonio. Le soluzioni sono molte: si possono creare onde piatte di grande eleganza oppure portare i capelli tutti all’indietro con effetto bagnato, aggiungendo sempre un accessorio prezioso. Il segreto, comunque, consiste nell’esaltare la sua particolarità.

Credits Hair: Alessia Solidani Salon per Kemon – Photo: Alessandro Maggi – Abito: Renato Savi

E quale il rapporto di Filippo Sepe, creatore del marchio Crazy Fashion con le acconciature da sposa? “In molti ci lamentiamo della crisi, ma quanti sono gli acconciatori che sfruttano al 100% le potenzialità del nostro lavoro, non fermandosi al taglio e al colore?” ci risponde Filippo. “L’universo delle acconciature, di cui l’hair wedding è la massima espressione, può davvero cambiare le sorti del salone dal punto di vista economico, ma richiede un’abilità artigianale che nel tempo è andata perdendosi”.

Qual è l’elemento essenziale per primeggiare nelle acconciature da sposa, facendone il proprio cavallo di battaglia anche sotto il profilo economico?
Formazione, formazione e ancora formazione. Creatività e fantasia non bastano. Ci vuole una gestualità precisa, una tecnica che permetta di generare infinite soluzioni stilistiche. E poi tanto allenamento, anche dopo aver raggiunto livelli di eccellenza.

Si dice spesso che il parrucchiere tende ad esagerare in fatto di acconciature, rendendole pesanti e poco attuali…
Assolutamente sì e mi dispiace molto, perché l’esagerazione fine a se stessa non ha niente di artistico. Chi possiede una vera tecnica non ha bisogno di ricorrere alla ridondanza

Credits Hair: Filippo Sepe – Photo: Alessandro Russo – Products: Sensus

Interessante anche l’opinione di Elisa Ferrari di Ferrara, partner Art Hair Studios per Wella, spesso impegnata a creare i look per importanti atelier specializzati, fra cui il noto Aimée: “L’attività che riguarda le acconciature da sposa negli ultimi anni ha mutato fisionomia. Se sono calati i primi matrimoni, sono invece in crescita le seconde nozze e questo comporta un cambiamento di approccio e di stile: tutto è molto più sobrio, acconciatura compresa. In generale, comunque, se si considera il rapporto tempo/guadagno, il servizio wedding non è vantaggioso in sé e per sé, ma lo diventa considerando tutto ciò che gli ruota intorno.

Tanto più in una città medio-piccola come Ferrara, dove il matrimonio è molto sentito come ‘giorno della vita’, ci si conosce un po’ tutti e chiunque partecipi alla cerimonia vuole fare la più bella figura possibile. Anche persone che nella quotidianità hanno un’immagine e un lifestyle essenziale, in quest’occasione desiderano che l’attenzione sia concentrata su di loro. Il momento congiunturale non incide particolarmente sul settore però, a differenza di prima, i clienti vogliono sapere con esattezza quanto andranno a spendere, quindi lavoriamo sempre su preventivo”.

E in questo momento c'è una tendenza moda su tutte?
Come sempre l’hair look va di pari passo con le collezioni di moda abiti, che attualmente non presentano particolari stravolgimenti. Tuttavia, già dallo scorso anno, si sente il ritorno di trecce ed intrecci, che negli ultimi tempi erano quasi scomparsi, e sulle passerelle si sono viste anche molte proposte con una base di micro-frisé. Poi naturalmente ci sono le acconciature intramontabili come la banana e i vari chignon, rivisitati però per quanto riguarda i volumi, più o meno dilatati o contenuti.

Credits Collezione Sposa 2015 Atelier Aimée. Hair: Art Hair Studios for Wella Professionals

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Newsletter Estetica.it

Ricevi le migliori notizie prima degli altri, compila e iscriviti gratis!

Cerca su Estetica.it

0FollowerSegui
0FollowerSegui
0FollowerSegui

Ultime Novità

VIDEO HBF – 19/06/24 | WEBINAR: INTELLIGENZA ARTIFICIALE APPLICATA AI SALONI con LUCA PISSIMIGLIA

HAIR BUSINESS FORUM, il nuovo format “manageriale” studiato per i parrucchieri da Estetica Hair, lancia il suo primo webinar dedicato all’intelligenza artificiale nei saloni. Insieme...

Extension versatili e perfette per i look delle celeb: intervista ad Andrea Soriga

Lunghi lunghissimi, colorati o folti come criniere. I look che si possono realizzare con le extension sono tanti e diversissimi. Ecco perché sono molto...

Intervista a Jordi Trilles: “Mettiamo il parrucchiere in prima linea in tutte le decisioni”

Abbiamo parlato con Jordi Trilles, Direttore Generale Regionale Sud Europa di Revlon Professional Brands, tre anni dopo l'adesione al marchio. Jordi Trilles, tre anni in Revlon Professional…...
Articolo precedente
Articolo successivo
Pubblicità
Pubblicità