15 Agosto 2022

Show by L’Oréal Professionnel

Hair Color Explosion al Cosmoprof di Bologna. Il brand dedica al colore gli show al Palazzo dei Congressi.


Tutto esaurito al Palazzo dei Congressi per le performance dei migliori acconciatori L'Oréal Professionnel dedicate al colore. Primo ad esibirsi, dopo il benvenuto di Antonio Martinez-Rumbo, direttore generale divisione prodotti professionali L'Oréal Italia, Maurizio Serretti. Una grande carica di energia e dinamismo per il suo show, scandito da un ritmo urban e accompagnato dalle performance live di street writers. Un richiamo efficace alla contemporaneità, alla creatività del colore, alla voglia di esprimersi in modo del tutto personale. Effetto painting anche per gli abiti delle modelle, per un mix convincente che ha tradotto il significato-colore di Maurizio Serretti in vera emozione, di forte impatto comunicativo. “La mia professione si lega alla colorazione L'Oréal Professionnel: dobbiamo sempre più credere nella qualità e mettere nel nostro meraviglioso lavoro quella energia e creatività che solo gli italiani hanno!”.

A seguire, Luigi Neri per Class, al debutto come partner L'Oréal Professionnel. Tre i concept di stagione per lo stilista: minimalismo, follia estiva e futuro. Per dare ad ogni la donna la possibilità di esprimersi in modo diverso. Semplificazione e volumi ridotti per la tendenza “core”; maxi-cotonature e colori sintetici per “foolish”; forme regolari che sfidano la gravità, abbinate a blu, porpora e grigio per “cosmo”. Un lavoro di ricerca e di traduzione in chiave moderna dei fashion trend più attuali.

Standing ovation per la performance “Tei Kallistei” dell'hair designer Salvo Filetti, fondatore di Compagnia della Bellezza insieme a Renato Gervasi. Sul palco, gli archetipi di donna: un repȇchage originale in grado di mixare – e tradurre in proposte ipermoderne – il fascino dell'antica Grecia passando per le grandi menti del Rinascimento. Il risultato? La materializzazione-coiffure di questo viaggio nel tempo: tra gli altri, i capelli serpente di Eris, dea della discordia, la chioma ad elmo di Atena, l'alato Hermes, con i capelli della modella intrecciati in vele aerodinamiche. Un sogno, certo. Ma anche la voglia di abbandonare gli stereotipi, i concorsi da miss, a favore di una “bellezza nella diversità e di una diversità nella bellezza”.

“Once upon a time” di Laetitia Guenaou, dell'Haute Coiffure Française, ha accompagnato i presenti tra le pagine di una fiaba raffinata ed esclusiva. Ricca di styling regali, extravolumi, dettagli preziosi e accessori brillanti. Un vero e proprio racconto di classe, fatto di quadri poetici e magia glamour. Di raccolti “incantevoli” e maschere di strass. Polvere di stelle.

“Il mondo è nelle mano di coloro che hanno il coraggio di vivere i propri sogni. E il modo migliore di farlo… è svegliarsi”, questa la dedica di Franco Curletto al pubblico, che ha davvero sorpreso con un finale ammaliante all'insegna dell'illusionismo. Un divertissement colto e creativo: in grado di passare con disinvoltura dalle onde piatte di acconciature rétro a citazioni cinematografiche, a mood etnici. I capelli volano nell'ultimo taglio a doppie forbici, così come le idee, il tempo, i sentimenti. Neo-circus: visionario e glamour.

- Advertising -

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Newsletter Estetica.it

Ricevi le migliori notizie prima degli altri, compila e iscriviti gratis!