19 Settembre 2021

La cliente over 50

Kérastase ParisPaul MitchellRevlon Professional

Se in passato una donna poteva essere spaventata dal compiere “mezzo secolo”, oggi a questa età inizia una nuova avventura, a livello fisico e mentale.


Lo spiegano gli esperti: più attive, curate e pronte a mettersi in gioco, le over 50 non soltanto si ritengono giovani ma lo sono davvero, nel corpo e nello spirito. E anche nella testa, a quanto testimoniano gli stilisti, per cui questo target si posiziona tra i migliori per il business salone.

Alta fedeltà
Al contrario delle donne più giovani, che vanno dal parrucchiere con minore frequenza e principalmente per il taglio, le donne over 50 sono le frequentatrici più assidue. Clienti che in molti casi si recano in salone anche con cadenza settimanale per la piega, e che raramente superano le tre settimane senza una visita all’acconciatore. “È un target che cambia difficilmente il proprio salone di riferimento” spiega Alessandro Di Marco, ambassador Nioxin in Italiaì. “Perché il cambiamento dovrebbe essere molto articolato, con la difficoltà di ritrovare il giusto colore, il giusto finish. Quindi se il cambiamento c’è, è solo per un motivo forte”. Stessa opinione per Alessandro Pareti, partner Goldwell. “Quando si ha un’età consolidata, si hanno le proprie abitudini e si conosce molto bene cosa si vuole. Il nostro lavoro non è comunque semplice: non tanto per la realizzazione dei servizi, ma perché è importante capire la proiezione che ciascuna ha di se stessa. La cliente di questa età non vuole correre rischi”.

La over 50 come cliente ideale, insomma, perché “è in assoluto la più fedele” dice Francesco Morlino, partner Vitality’s. Oppure come precisa Angelo Taverniti, partner Kérastase Paris “perché è una habitué anche in un momento come questo, in cui la fedeltà è un lontano ricordo”. Sicuramente la lealtà al salone va guadagnata di servizio in servizio: “niente chiacchiere, si deve vedere il risultato”, spiega Giuseppe Tessier, partner Tigi. “Dobbiamo dare quel qualcosa in più che accontenti davvero. E non è una questione di prezzo, perché se capita che qualcuno cambi salone per spendere meno, spesso ritorna perché insoddisfatto del risultato”.

Una fetta di mercato interessante e da incentivare, quindi, con idee chiare e un buon potere d’acquisto. Per Alfonso Giugliano, partner BH Salon, “le donne oggi vogliono apparire sempre più giovani, investono in bellezza, curano molto i capelli, sono clienti assidue. Non solo: un tempo era la figlia che portava dal parrucchiere la madre, oggi è il contrario. La donna over 50 è un’ottima influencer del salone: ne parla con le figlie, le amiche e le amiche delle figlie, che a loro volta vengono a provare i nostri servizi”. Anche per Manuel Bravi, tecnico master Revlon Professional, “sono donne molto esigenti. Non per la crisi, ma perché sono le quarantenni di dieci anni fa. E cercano linee accattivanti, giovanili e allo stesso tempo molto femminili”.

Su come incentivare questo tipo di donne a frequentare il salone, ha le idee chiare Maria Russo, tecnica Jean Paul Mynè: “Il modo migliore è non limitare l’offerta ai servizi tradizionali ma ampliare le proposte prospettando tutte le opportunità di bellezza che meritano”. E all’apice dei desideri, gli acconciatori concordano, c’è il colore, in tutte le sue modulazioni e sovrapposizioni, con un’attenzione particolare per le tendenze del momento.

Tra moda e televisione
Tutti d’accordo: la donna over 50 non soltanto sa cosa vuole, ma conosce perfettamente i modelli da cui prendere esempio. “Siamo all’apice dell’epoca dell’apparire” afferma Rosario Greco, responsabile tecnici Kléral System, “e già negli anni Novanta ci si era incamminati verso questo trend, con le prime top model che venivano pagate più delle attrici”. A farla da padrone in fatto di tendenze, sono “i personaggi della televisione, che fungono da specchio perché sono i primi con cui in qualche modo le donne si confrontano” specifica Roberto Carminati, partner Kemon. “Se Antonella Clerici a 50 anni porta i capelli lunghi, biondi e ricci, allora posso farlo anch’io… O se Milly Carlucci porta con disinvoltura la coda, anch’io la posso avere. È lo star system che di solito funge da traino”.

Sharon Stone, Simona Ventura, Paola Barale, ma anche Belén Rodriguez e le veline dunque, a influenzare taglio e colore. E anche quando non hanno riferimenti precisi e si affidano completamente al proprio acconciatore per le scelte di stile, aggiunge Daniela Biccheri partner Mediceuticals, “sono comunque informate sulle ultime tendenze moda: perché i moderni canali di informazione sono sempre più fruibili da vaste aree di pubblico e perché il momento storico spinge ognuno alla ricerca del benessere psico-fisico. La conseguenza diretta è la naturale predisposizione a qualsiasi tipo di trattamento che possa migliorare sia l’immagine della persona, sia la salute di capelli e cuoio capelluto”. Stesso parere per Francesca Sesler, partner Alfaparf Milano, che sottolinea quanto le donne over 50 chiedano “tutto ciò che è attuale non solo nello styling ma anche nelle colorazioni” e soprattutto come si orientino verso “quelle più naturali, sia come risultato, sia come formulazioni”.

Affermate attrici e donne dello star system a parte, sulle copertine patinate a dominare sono sempre state le donne più giovani. Questo può considerarsi ancora vero oppure si può cominciare a proporre alle clienti over 50 dei modelli più agées? Non ne è troppo convinta Graziella Pacini, partner Paul Mitchell: “Sfogliando le riviste, le clienti trovano foto di personaggi di tutte le età, ma raramente si immedesimano in qualcuna sopra i trenta, quarant’anni”. “Potrebbero essere un buon mezzo per fare dei confronti” spiega Alberto Fabbiano, partner Kaaral. “Se una donna pensa che a 55 anni un biondo di un certo tipo possa essere eccessivo, mostrarle l’immagine di una donna della sua età con quella colorazione le può far capire che non è così. Naturalmente senza cadere nell’eccesso: ma stiamo parlando di donne assolutamente consape-voli di quanto possono osare”.

Idee per lui
La clientela over 50 non è formata solo da donne: oggi è sempre più presente in salone anche l’uomo. “Uomini e donne attualmente hanno identiche esigenze ed un unico obiettivo, la cura del proprio aspetto” è l’opinione di Rosy Vagliante, partner Alter Ego Italy. Lo conferma Jamal Bertozzo, partner Aveda: “Entrambi hanno un comporta-mento abbastanza simile, l’uomo però è diventato più esigente nell’ultimo decennio”. Stessa opinione anche per Aldo Coppola Jr., vice president-managing director Aldo Coppola, che specifica come “l’attenzione al prodotto e al servizio altamente professionale sia medesima per entrambi, anche se forse l’uomo è ancora tradizionalista e meno incline al cambiamento del look”.

Sottolinea similarità e differenze anche Nino Manzillo, partner La Biosthetique. “Gli uomini sono molto interessati ai servizi, a loro piace farsi coccolare. Anche le donne amano le coccole ma si mostrano più attente ed esigenti, chiedendo maggiori informazioni sulle caratteristiche dei prodotti”. E quando si parla di uomo, Tony di Liddo, partner Affinage, spiega che “tra i servizi più richiesti c’è il taglio, che vuole essere attuale per rappresentare l’uomo in carriera e al passo con i tempi. Spesso vengono effettuati ritocchi di colore che servono per mascherare i primi capelli bianchi, ed è molto richiesta la cura delle mani, perché sovente una donna giudica da questi particolari un uomo impeccabile.

In forte crescita i prodotti anti-age”. Vietato invecchiare anche secondo Ilaria Fabbrici, ambassador Osis Schwarzkopf Professional, per la quale “se per una donna la comparsa dei capelli bianchi è una spiacevole ‘sorpresa’ con cui

- Pubblicità -

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Newsletter Estetica.it

Ricevi le migliori notizie prima degli altri, compila e iscriviti gratis!

Cerca su Estetica.it

257,654FansMi piace
239,694FollowerSegui
6,820FollowerSegui
2,812FollowerSegui

Ultime novità

Articolo precedenteNuova era per Matrix
Articolo successivoGlam show Müster&Dikson