22 Settembre 2021

Poltrona in affitto: novità

Le Regioni Lombardia, Toscana, Abruzzo e Campania hanno dato il via alla sperimentazione permettendo ad acconciatori ed estetiste di svolgere il proprio lavoro, previo contratto, presso i saloni di altri operatori.


“Siamo certi che presto anche le altre regioni italiane si adegueranno, dando al settore uno strumento in più per superare la crisi economica e combattere il fenomeno del lavoro nero. L’affitto di una parte del proprio salone o centro estetico, infatti, consentirà a quei professionisti che per ragioni diverse sono stati costretti a chiudere l’attività di restare sul mercato” ha commentato Savino Moscia, presidente nazionale Cna Benessere e Sanità.

La seconda novità arriva dalle Agenzia delle Entrate che ha dato risposta al quesito posto da Cna in merito al trattamento fiscale della poltrona in affitto, qualificandola quale “locazione di bene strumentale di impresa e confermando l’applicazione dell’imposta di registro del’1%”.

L’ufficio Politiche Fiscali Cna ha commentato: “La risposta appare perfettamente in linea con quanto già anticipato in più occasioni e riteniamo possa conferire delle certezze capaci di agevolare la decisione di dare esecuzione a questa formula contrattuale”.
I sostenitori della Poltrona in affitto sono tanti, ma non mancano le “voci contro”.

- Pubblicità -

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Newsletter Estetica.it

Ricevi le migliori notizie prima degli altri, compila e iscriviti gratis!

Cerca su Estetica.it

257,654FansMi piace
239,694FollowerSegui
6,829FollowerSegui
2,812FollowerSegui

Ultime novità