20 Settembre 2021

Inoa Ambition Tour

A Milano, Padova, Roma e Bari si sono svolti i quattro incontri Inoa Ambition Tour, inseriti nel programma education L’Oréal Professionnel.


Una full immersion nell’universo della colorazione, ma anche un’opportunità unica per approfondire la conoscenza del mercato coiffure e le sue dinamiche. E per scoprire la vision di quattro big name dell’hairstyling italiano: Franca Ferrucci, Roberto Lorenzoni, Zeo Baldi, Hair StudioMario.

Il titolo potrebbe far pensare ad uno sviluppo monotematico della giornata. In realtà sono stati ben più ampi: dalla presentazione dei dati del mercato coiffure Italia fornita dai direttori vendite L’Oréal Professionnel all’analisi dei trend di consumo, con particolare attenzione alle aspettative delle donne verso il loro acconciatore, svolta da Francesca Comoglio del marketing L’Oréal Professionnel. Interessante il profilo delle consumatrici, secondo le tre fasce di età d’appartenenza: under 35, 35-54, over 54. Stili di vita diversi e diverse esigenze, “anche in fatto di colorazione”. Ai quattro noti stilisti italiani, poi, il compito si trasmettere il proprio metodo di lavoro e le novità per le prossime stagioni.

Francia Ferrucci
Il momento del “look & learn” di Milano è iniziato con i tre tagli realizzati dal figlio di Franca, Graziano. Il primo si avvale del metodo ‘sculpting’, perfetto per strutturare la materia capello. In fase di styling, questo look medio è rifinito con un originale accessorio. Secondo taglio, sempre su capelli bagnati: linea cortissima. Terzo taglio: con pochi precisissimi gesti, Graziano perfeziona una linea dall’impronta grintosa e maschile. Un tocco di piastra, “proprio come facciamo in salone anche sui ragazzi”, conclude il tutto. È poi la volta dei raccolti con Franca Ferrucci che si lascia ispirare da citazioni rétro, reinterpretate però con il gusto del terzo millennio.

FerrucciFerrucciFerrucciFerrucciFerrucciFerrucci

Roberto Lorenzoni
Eleganza, stile, talento. Con queste tre parole Roberto Lorenzoni ha conquistato il pubblico di Padova. Dal taglio al colore, dalle linee prêt-à-porter alle soluzioni alta moda: tutto all’insegna del buon gusto e del glamour. A partire dal prima proposta corta, “perché questa – dice Lorenzoni – è la tendenza emergente”. Ma, indipendentemente dalla lunghezza, l’obiettivo deve essere sempre e solo “creare armonia”. E armoniosa è anche la linea media rifinita con il tweester, “strumento che permette di alleggerire, senza scavare”. Poi una testa lunga – mossa, naturale, elegante. Il momento delle acconciature haute couture si è aperto con un vaporoso frisé effetto flou, realizzato con l’aiuto di uno strumento non convenzionale: una calza a rete. Un raffinato raccolto con piccolo torchon posizionato sulla tempia destra ha chiuso la perfomance dello stilista lombardo.

LorenzoniLorenzoniLorenzoniLorenzoniLorenzoni

Zeo Baldi
Una lezione di taglio, colore e styling con un linguaggio accattivante perché semplice, accessibile, “quotidiano”. Tre i tagli eseguiti in diretta a Roma da Zeo Baldi. Dopo un corto con ciuffo asimmetrico, spazio ad una linea media ricca di volume, “realizzata con le forbici e non con il rasoio – spiega Zeo – perché i capelli mossi come questi tenderebbero ad incresparsi”. È poi la volta di un taglio “che mira a stilizzare i capelli lunghi, sempre molto amati dalle giovanissime”. Ma, nella performance di Zeo Baldi, c’è spazio anche per l’eleganza più sofisticata: una sontuosa cascata di onde color oro, che riunisce in sé la prima immagine istituzionale di Inoa (la ragazza rossa con i capelli mossi) e quella lanciata di recente (bionda e liscia). Tecnica e abilità sartoriale, infine, nell’acconciatura con chignon a trifoglio, che chiude i lavori.

BaldiBaldiBaldiBaldiBaldi

Hair StudioMario
Denso di contenuti il “look & learn” a cui ha dato il via Mario Stagi a Bari. Un susseguirsi di linee prêt-à-porter e creazioni per occasioni speciali, iniziato con un taglio corto: nuca extra-short, ciuffo lungo e iperfemminile. Spiega Federico: “L’asimmetria davvero particolare del taglio, che si basa su un’unica sezione tracciata in diagonale, è perfettamente coerente con l’asimmetria del colore”. Fino al momento delle acconciature raccolte. Il loro fascino fa ricordare ancora una volta l’amore per la donna che, da più di un trentennio, sottende la filosofia Hair StudioMario.

StudiomarioStudiomarioStudiomario

- Pubblicità -

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Newsletter Estetica.it

Ricevi le migliori notizie prima degli altri, compila e iscriviti gratis!

Cerca su Estetica.it

257,654FansMi piace
239,694FollowerSegui
6,824FollowerSegui
2,812FollowerSegui

Ultime novità

Articolo precedenteCoiffure chiama Terra
Articolo successivoI nuovissimi campioncini Hair Manya!